rotate-mobile
Cronaca Sampierdarena / Via Carlo Orgiero

Cristina Diac, trovata morta a Sampierdarena: marito indagato per omicidio

La donna è stata trovata morta sabato, nel suo appartamento di via Orgiero

Arrivano nuovi sviluppi sulla morte di Cristina Diac, 49 anni, di origini rumene, trovata senza vita nella propria abitazione al civico 3 di via Orgiero (traversa di via Fillak - a Sampierdarena. Il marito, fermato per maltrattamenti nei confronti della moglie, è indagato in stato di libertà per l’omicidio, in attesa dell’autopsia. La coinquilina è libera e non indagata.

Ma andiamo per ordine: nell'appartamento ieri - nel giorno in cui è pervenuto l'allarme al 112 - è intervenuta la polizia di Stato, con gli agenti delle volanti e gli investigatori della Squadra Mobile, e all'arrivo delle forze dell'ordine erano presenti anche il marito e una coinquilina. In casa, il corpo della donna senza vita in un lago di sangue, con una ferita alla testa. Potrebbe essere stata picchiata al culmine di una lite, oppure essere caduta, ma gli investigatori non escludono nemmeno che possa trattarsi dell'epilogo di una malattia peggiorata a causa dell'alcool.

Ma sarà soltanto il medico legale, nominato dalla pm Gabriella Marino, a stabilirlo con certezza in seguito agli esami.

Gli investigatori si stanno soffermando sull'aspetto della convivenza tra i due coniugi, pare segnata da liti e maltrattamenti. È emerso che il marito aveva un precedente, risalente al 2019, per maltrattamenti proprio nei confronti di Cristina.

Il sostituto procuratore Gabriella ieri ha interrogando il marito e la coinquilina, insieme agli investigatori della squadra mobile diretti da Stefano Signoretti. Fondamentale sarà poi l'autopsia, che è stata disposta, per chiarire le cause della morte. 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cristina Diac, trovata morta a Sampierdarena: marito indagato per omicidio

GenovaToday è in caricamento