menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Ex mercato corso Sardegna, l'allarme: «Costi assurdi e improponibili per l'assegnazione degli spazi»

La questione è stata sollevata da Guido Grillo in consiglio comunale. L'assessore Bordilli non è entrata nel merito dei costi, ma ha ricordato che un accordo sottoscritto dal Comune prevede agevolazioni per gli iscritti al Civ

La seduta del consiglio comunale di martedì 2 febbraio 2021 si è aperta con la discussione degli articoli 54, interrogazioni a risposta immediata. Il consigliere Grillo ha chiesto alla giunta, in particolare agli assessori Bordilli e Piciocchi, chiarimenti sugli spazi dell'ex mercato di corso Sardegna.

«Rilevato dalla stampa del 13 dicembre 2020 - si legge nell'interrogazione -, che è stata attivata la selezione per assegnare i locali nelle aree dell'ex mercato di corso Sardegna, prenota un'interrogazione a risposta immediata per richiedere notizie circa il ruolo svolto da Comune, associazioni di categorie e Civ di via».

Nel suo intervento, con cui ha introdotto il quesito, Grillo ha detto che, a quanto gli risulta, la nuova struttura dovrebbe aprire entro ottobre e disporrebbe di 7.700 mq di spazi, da dividere fra varie tipologie merciologiche, per un totale di 40 lotti. Il consigliere ha parlato di «costi assurdi e improponibili» per l'assegnazione dei lotti e ha concluso il suo intervento dicendo che sarebbe «opportuno approfondire la questione in commissione».

Per la giunta ha risposto l'assessore Bordilli. «L'iter nasce anni fa - ha ricordato Bordilli -. Il lavoro sulla parte commerciale è stato fatto da questa giunta. Ci sono state diverse richieste del Civ, accolte. Un accordo di programma, firmato da Comune e Regione, vincola le assegnazioni a certe tipologie merciologiche».

«Il Comune ha deciso di dare un diritto di precedenza agli appartenenti al Civ in ottica di favorire chi si vuole trasferire nell'ex mercato. Abbiamo rapporti sia con il Civ che con le categorie e siamo disponibili ad approfondimenti. Ma a oggi ciò che riguarda gli accordi fatti col Comune ci risulta rispettato», ha concluso l'assessore Bordilli.

«Mi ricordo il discorso di privilegiare gli iscritti al Civ - ha replicato Grillo -, ma, proprio da queste realtà mi sono arrivate notizie di prezzi assurdi e insostenibili».

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

GenovaToday è in caricamento