Cronaca

Costa Concordia, giovedì l'ultimo viaggio

Il 1 settembre alle 9 l'ex nave da crociera percorrerà 1,8 miglia in mare nel porto di Genova. Poi lo smantellamento definitivo

Ultimo atto per la Concordia: la nave della flotta Costa Crociere, naufragata all'isola del Giglio 13 gennaio 2012, si appresta a compiere il suo ultimo percorso sull'acqua. Non sarà proprio in mare aperto, nel senso che sarà trasferita sempre al'interno del porto di Genova, dove ormai si trova da molti mesi per la fase di alleggerimento e smaltimento parziale dei ponti e altri componenti di vari materiali.

Giovedì 1 settembre quel che resta dello scafo verrà portato per circa 1,8 miglia dall'ex "superbacino" all'area di Ente Bacini, per la precisione al bacino 4, dove sarà completata la fase finale con la rimozione delle strutture rimanenti e lo smaltimento del materiale di risulta. La manovra di giovedì vedrà impegnati una quarantina di uomini e cinque rimorchiatori, con la supervisione di due motovedette della Guardia costiera: pronti a intervenire anche tre piloti del porto e due squadre di sommozzatori.

Per l'occasione, il comandante del Porto di Genova, l’ammiraglio Giovanni Pettorino, ha firmato un’ordinanza che prevede l’interdizione parziale della navigazione e di ogni attività subacquea e di superficie nello specchio acqueo prospiciente il molo ex Superbacino, l’imboccatura di levante, l’avamporto e il bacino della Gadda dalle 9 di giovedì sino a quando il relitto non raggiungerà l'area del bacino numero 4. Le unità mercantili in entrata dall’imboccatura di levante e in uscita dal bacino di Sampierdarena e porto Vecchio saranno invece soggette alle istruzioni dirette impartite dalla Capitaneria di Porto.

La Concordia era stata costruita alla Fincantieri di Sestri Ponente e varata il 2 settembre 2005: fu battezzata il 7 luglio 2006 dalla modella Eva Herzigova nel porto di Civitavecchia. La crociera inaugurale iniziò il 9 luglio 2006. L'incidente ha provocato 32 morti tra i passeggeri e l'equipaggio della Costa Concordia; la morte di un sommozzatore mentre era intento a collaborare nei lavori di rimozione del relitto, avvenuta il 1 febbraio 2014, ha portato a 33 il numero delle vittime collegate all'evento. 

A bordo della nave erano presenti 4229 persone, di cui 1013 membri dell'equipaggio (77 membri del personale di coperta, 58 del personale di macchina e 878 del personale alberghiero e addetto ai servizi) e 3216 passeggeri. 

Gallery

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Costa Concordia, giovedì l'ultimo viaggio

GenovaToday è in caricamento