rotate-mobile
Giovedì, 20 Gennaio 2022
Cronaca

Naufragio Concordia: Costa Crociere condannata a risarcire un sopravvissuto

Un naufrago della nave affondata all'isola del Giglio, assistito dal Codacons, ha citato in giudizio la compagnia di navigazione per chiedere il risarcimento dei danni morali e psicologici conseguenti al naufragio

Il tribunale di Genova ha condannato Costa Crociere a pagare 92mila euro a uno dei passeggeri della nave Concordia, coinvolto nell'incidente che il 13 gennaio 2012 causò la morte di 32 persone.

Secondo il giudice Paolo Gibelli, magistrato della prima sezione civile del tribunale di Genova, la vittima in seguito al naufragio ha patito danni patrimoniali e non patrimoniali conseguenti allo stress post-traumatico patito in seguito alla dolorosa vicenda dell'incidente della Concorsia davanti alle coste dell'isola del Giglio.

Il tribunale ha accolto le tesi del Codacons, che ha assistito la vittima in tutte le fasi del procedimento, e ha riconosciuto la responsabilità civile di Costa Crociere per i traumi patiti dalla vittima a causa del naufragio e l'ha condannata a pagare la somma di 77mila euro a titolo di danni patrimoniali e non patrimoniali e ulteriori 15.692 euro a titolo di indennizzo per le spese legali.

L'associazione dei consumatori ha commentato così l'esito del processo:

"Si tratta di una importantissima vittoria per il Codacons, che fin da subito aveva sostenuto le responsabilità di Costa Crociere per l'incidente avvenuto all'Isola del Giglio, e la totale incongruità degli indennizzi riconosciuti dalla società ai naufraghi della Concordia".

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Naufragio Concordia: Costa Crociere condannata a risarcire un sopravvissuto

GenovaToday è in caricamento