menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Costa Concordia: dipendente indagato, soldi per rinunciare intervista

Iscritto nel registro degli indagati un dipendente accusato di estorsione nei confronti della stessa azienda. Avrebbe contattato i vertici per farsi pagare da loro e non farsi intervistare da Le Iene di Italia Uno

Il sostituto procuratore Cristina Camaiori ha iscritto nel registro degli indagati un dipendente della Costa accusato di estorsione nei confronti della stessa azienda. Secondo l'accusa, l'uomo ha chiesto dei soldi per non rilasciare interviste diffamatorie sui fatti relativi al naufragio della nave Costa Concordia davanti all'Isola del Giglio.

Al pm ha detto di essere stato contattato dalla trasmissione televisiva Le Iene per una intervista sul naufragio, sostenendo che gli erano stati offerti dei soldi per rilasciare delle dichiarazioni. A quel punto il dipendente avrebbe contattato i vertici dell'azienda per farsi pagare da loro e non farsi intervistare. La vicenda risale allo scorso febbraio (Ansa).

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Caligo: Genova si sveglia (ancora) nella nebbia, le foto più belle

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

GenovaToday è in caricamento