menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Corso Europa: un anno all'insegna del benzene

Benzene ancora in salita a Genova, corso Europa e il suo convulso traffico in testa, dicono i dati della seconda campagna, dopo quella di luglio, condotta nel 2012 dalla Provincia su questo idrocarburo molto volatile e nemico della salute

Genova - Benzene ancora in salita a Genova, corso Europa e il suo convulso traffico in testa, dicono i dati della seconda campagna, dopo quella di luglio, condotta nel 2012 dalla Provincia su questo idrocarburo molto volatile e nemico della salute.

Per una settimana - dal 5 al 12 novembre - sessanta analizzatori mobili in tutta la città si sono aggiunti alle dieci postazioni fisse, cinque a Genova e altrettante sul territorio, che misurano il benzene. Dal primo gennaio 2010 il limite europeo fissato per questo inquinante è di 5 microgrammi per metro cubo su base annua e nel 2011 la soglia, con una media di 5,6 microgrammi per metro cubo, è stata superata sulla trafficatissima arteria di corso Europa e anche i campionamenti autunnali, dopo quelli estivi, confermano lo stesso trend.

«I punti più critici, con dati superiori ai 5 microgrammi per metro cubo - dice Cecilia Brescianini, dirigente provinciale del servizio aria, energia e rumore - sono infatti quelli dell’asse di levante: corso Europa, corso Gastaldi, via Tolemaide. Zone che necessitano anche di interventi e valutazioni mirate per il contenimento del fenomeno, dovuto essenzialmente al traffico veicolare, come evidenziano valori e rapporti fra gli inquinanti che lo caratterizzano. Si confermano altre criticità più localizzate per il benzene anche in circonvallazione a monte, bassa Val Bisagno, via XX Settembre e allo svincolo di Genova Ovest, mentre si è aggiunto un superamento a Voltri che sarà verificato ulteriormente perché non era mai stato rilevato prima.”

Nel dettaglio il benzene, nei dati della campagna autunnale, raddoppia all’incrocio tra corso Europa e via Scribanti (con 10,6 mg/m3 a fronte dei 5,4 di questa estate), fa registrare 7,6 mg/m3 all’altezza della cabina di monitoraggio fra corso Europa e via San Martino (nuovo rilevamento), si attesta a 6 mg/m3 in corso Gastaldi all’altezza del ponte di Terralba (dove il dato estivo aveva però toccato i 7,6) e resta sopra il limite anche in via Tolemaide con 5,2 mg/m3.

Nel 2001 una campagna analoga aveva rilevato ben 29 superi di benzene in città, quasi azzerati - erano stati solo 2 - nel 2007. Poi l’inquinante ha purtroppo ripreso a salire, fino ai 12 ‘superi’ nella campagna estiva, diventati 13 in autunno e «l’intreccio - dice Cecilia Brescianini - fra il forte rallentamento nel ricambio dei veicoli per la crisi e il probabile aumento dei flussi di traffico, che deve però analizzato accuratamente, è tra gli elementi chiave del fenomeno. D’intesa con il Comune di Genova e la Regione si sta infatti valutando un’analisi incrociata dei dati di qualità dell’aria, dei flussi dei veicoli e della composizione dei mezzi immatricolati a Genova perché l’esigenza è di elaborare insieme azioni mirate per ridurre il benzene, anche con l’eventuale riformulazione delle limitazioni al traffico in vigore nel nostro capoluogo”.

E tra quelli italiani Genova, dalle prime analisi, detiene il record (con Imperia e Savona) per numero di mezzi a due ruote immatricolati: se la media nazionale (2010) è di 130,7 moto per ogni 1.000 abitanti, i numeri nel capoluogo ligure raddoppiano con 225,6 immatricolazioni di moto e scooter ogni 1.000 abitanti.

I dati sui transiti in corso Europa, inoltre, segnalano una percentuale delle due ruote intorno al 40% dei veicoli: «un altro elemento – dice Cecilia Brescianini - che differenzia la realtà genovese dagli altri capoluoghi di dimensioni analoghe”.

A Genova oltre che sull’asse di levante e all’incrocio fra via XX Settembre e via Fieschi (5,8 microgrammi per metro cubo la media del benzene, ma quest’estate era stata di 7,2) sono state rilevate altri zone critiche localizzate in Valbisagno (piazzale Parenzo che scende però a 5,8 mg/m3 rispetto ai 9,1 estivi, Lungobisagno Istria con 7,5 che invece supera i 7 mg/m3 di luglio e via Fereggiano all’incrocio con via Biga con 9,3 mg/m3, mentre a luglio era nei limiti).

Anche in circonvallazione a monte il benzene resta alto (5,1 mg/m3 il dato attuale e 6,3 quello estivo) tra corso Paganini e salita Sant’Anna, subito prima della trafficatissima via Bertani che scende a Corvetto e il nuovo sforamento registrato nell’estremo ponente (tra la fine di via Voltri e l’inizio di via don Giovanni Verità fa salire in questa zona il benzene dai 3,3 mg/m3 estivi agli 8,4 misurati a novembre.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Coronavirus

Coronavirus, Bassetti: «È iniziata terza ondata, temo farà male»

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

GenovaToday è in caricamento