Il coronavirus non ferma gli spacciatori, vicoli passati al setaccio

Due giovani di 24 e 28 anni, così come un 45enne, sono stati denunciati dalla polizia per spaccio di stupefacenti. Un ventenne è stato sorpreso a danneggiare le auto in sosta

Nei giorni scorsi il personale del commissariato Centro ha concentrato la sua attività nel centro storico per contrastare lo spaccio di stupefacenti, sempre attivo nonostante le misure di contenimento del covid-19. Nella serata di martedì in vico del Fornaro un 24enne del Mali e un 28enne gambiano sono stati controllati e denunciati per spaccio in concorso mentre un tunisino 27enne è stato segnalato all'autorità competente come assuntore.

I poliziotti, insospettiti dai due ragazzi, fermi tra vico del Fornaro e vico dell'Amor Perfetto con atteggiamento vigile di chi è in attesa di qualcuno, hanno notato il 27enne tunisino avvicinarsi e contemporaneamente uno dei due ha prelevato qualcosa dagli slip, consegnandola al tunisino. A quel punto gli agenti sono intervenuti, sequestrando la sostanza stupefacente, rinvenuta anche nella cover del cellulare e nella tasca dei pantaloni di uno dei denunciati.

Sempre gli agenti del commissariato Centro, questa mattina all'alba, hanno fermato un 20enne tunisino che, con l'aiuto di una stampella e sotto effetto di stupefacenti, se ne andava in giro a danneggiare le auto in sosta in corso Quadrio. Il ragazzo, già sottoposto all'obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria tre volte alla settimana, è stato denunciato per danneggiamento.

Inoltre, questa notte sempre nel centro storico, i poliziotti dell'ufficio prevenzione generale hanno denunciato un nigeriano 45enne trovato in possesso di 4 involucri contenenti eroina per un peso complessivo di 3 grammi circa. Anche per lui è scattata la denuncia per spaccio.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia al San Martino, trovato morto paziente allontanatosi dal reparto

  • Ruba smartphone a mamma con neonato sul bus, poi la prende a pugni

  • Coronavirus, da domenica la Liguria torna in zona gialla

  • Liguria verso zona gialla, ma gli spostamenti fuori regione restano in forse

  • Perdono entrambi i genitori nel giro di un anno: mobilitazione per aiutare due fratelli di Quezzi

  • Antiche tradizioni: cos'è il "ragno genovese"?

Torna su
GenovaToday è in caricamento