Da «cerco un Bancomat» a «vado a fare la spesa»: le scuse di chi è stato sorpreso troppo lontano da casa

I poliziotti della Questura di Genova continuano con i controlli per salvaguardare la salute dei cittadini

Continuano le attività di controllo della Polizia di Stato genovese per garantire il rispetto delle misure di contenimento del Covid-19.

In un periodo in cui i dati dell’emergenza sanitaria cominciano ad andare in controtendenza, per non vanificare gli sforzi ed i sacrifici compiuti fin ora, sarebbe molto pericoloso abbassare la guardia e per questo motivo i poliziotti della Questura di Genova continuano a lavorare per salvaguardare la salute dei cittadini.

Ecco alcuni casi in cui, domenica 5 aprile, è stato necessario l'intervento degli agenti:

«Cerco un Bancomat» ma l'aveva vicino a casa

Un 56enne passeggiava tranquillamente in via San Lorenzo. Fermato dai poliziotti del Commissariato Centro che gli hanno chiesto dove stava andando, ha risposto di essere in cerca di uno sportello Bancomat per prelevare contanti.
L'uomo però è residente in corso Carbonara e proprio nei pressi della sua abitazione c'è un'agenzia della sua banca con Bancomat annesso. È stato sanzionato.

«Vado a passeggio»

In corso Martinetti una 72enne bulgara, per eludere il controllo degli agenti, si era nascosta tra le auto in sosta.
Lontana più di 2 km dalla sua residenza, ha tentato di giustificare la sua presenza con frasi molto vaghe come «Vado un po' là» oppure «Passeggio». Nonostante le giustificazioni, è stata sanzionata.

«Vado a fare la spesa» ma un po' troppo lontano

Una mamma con la figlia piccola passeggiavano in via XII Ottobre. I poliziotti del Commissariato Centro mentre passavano a bordo della volante le hanno notate e fermate.

La donna si è giustificata dicendo che era andata a fare la spesa portando con sè la bimba. Ma le due risultavano resident in via San Benigno e la borsa che portava appresso la madre era completamente vuota. Sanzionata

Va al supermercato, ma per rubare

In via Vezzani un 29enne egiziano è stato sorpreso in un supermercato a rubare 15 boxer ed alcune scatolette di tonno. A scoprirlo e a chiamare aiuto, la commessa.

Per lui, oltre la sanzione amministrativa perché inottemperante alle misure anti-contagio, è scattata anche la denuncia per tentato furto.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ferrari distrutta per Marchetti mentre si allena a Pegli

  • Covid, firmato il nuovo dpcm: spostamenti, asporto e scuola, cosa prevede

  • La Liguria torna in zona gialla, ma si attende il nuovo (e più severo) dpcm: cosa si sa

  • Liguria in zona arancione con i nuovi parametri: cosa cambia

  • Il genovese "Fotografo dei Puffi" conquista i social: «Così faccio conoscere la Liguria con fantasia e ironia»

  • Liguria gialla o arancione da domenica, attesa per la nuova ordinanza

Torna su
GenovaToday è in caricamento