Cornigliano, polemica per volantino su ufficio mobile della polizia locale con il logo della Lega

Il presidente del Municipio, Mario Bianchi: «La postazione mobile di poliza locale che sarà trasversale ai municipi, in piena campagna elettorale e sponsorizzato da simboli di partito, poco somiglia ad un’azione amministrativa»

Scontro politico a Cornigliano sul nuovo ufficio mobile della polizia locale. All'origine della polemica un post su Facebook in cui compare il programma della presentazione (domani alle 11, Giardini Melis) con il logo della Lega. 

La locandina pubblicata su Facebook-2

«Questa è una attività istituzionale fatta a spesa dei contribuenti (di qualsiasi schieramento) su cui invece c'è un timbro ben preciso - commenta Matteo Frulio assessore del municipio Ponente - E su cui un comandante della polizia locale compare sopra il logo di un partito».

Pronta anche la risposta di Cristina Lodi, capogruppo PD a Tursi: «Questa cosa è inaccettabile. Scriverò al segretario generale».

Secondo i comitati di quartiere, il servizio avvierà un programma di sicurezza partecipata per combattere il degrado e aumentare la sicurezza. Il tutto tramite una rete formata dalla polizia locale, assistenti civici e associazioni di quartiere compreso il Civ, alla quale i cittadini si potranno rivolgere per segnalare episodi di criminalità.

«Come ad esempio la presenza di loschi individui che si aggirano per la delegazione e atteggiamenti che vanno contro quelle che sono le regole del vivere civile, come chi abbandona rifiuti ingombranti per strada», spiegano dalla pagina Cornigliano La rinascita.

Un esperimento, secondo i comitati, che potrà essere esportato in altri quartieri di Genova, anche a Voltri dove non c'è una sede fissa della polizia locale.
«Sarà messa in funzione una postazione operativa mobile di polizia Locale che stazionerà due giorni alla settimana nel quartiere, presumibilmente ai giardini Melis, dove i residenti potranno rivolgersi per qualunque segnalazione o denuncia».

Una stazione mobile in attesa dell'apertura della sede di polizia locale in via Bertolotti, ora utilizzata soltanto come spogliatoio. In risposta a un'interrogazione in consiglio comunale dello scorso 14 luglio, l'assessore Garassino ha spiegato che: «Per la piena fruibilità della struttura, mancano alcuni lavori come l’impianto di climatizzazione, le linee telefoniche e il collegamento via internet».

«Vi è poi un problema logistico a livello di personale dovuto al dislocamento di agenti sul territorio per affrontare le grandi emergenze degli ultimi tempi come quella di Ponte Morandi, del Covid-19 e delle autostrade. Appena si riuscira' ad uscire da queste emergenze sarà nostra cura attivare una sede aperta al pubblico».  

Sulla vicenda si è espresso anche il presidente del Municipio VI, Mario Bianchi: «Due aspetti fondamentali: uno sostanziale poiché a valle di una campagna elettorale montata sull’argomento, a distanza di tre anni il furgone della Polizia Locale itinerante, certamente apprezzabile, rappresenta la risposta differente dalla necessità».

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

«Spostare forzatamente con l’aiuto dei social o dei media l’attenzione sui temi e dare risposte semplici ai problemi complessi paga nell’immediato ma non risolve mai alcun tema. Per quanto riguarda giardini Melis e Villa Serra la mia Giunta, con voto successivo del Municipio, richiese l’inserimento di una scuola superiore per valorizzare a scopo culturale e turistico la struttura ed il parco. Questo avrebbe modificato profondamente il senso di presidio e di valorizzazione dell’area. Per quanto riguarda l’aspetto formale il percorso itinerante della postazione mobile di poliza locale che sarà trasversale ai municipi, in piena campagna elettorale e sponsorizzato da simboli di partito, poco somiglia ad un’azione amministrativa».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ex Rinascente, da ottobre arriva Axpo: inaugurazione con un omaggio a Genova

  • Elezioni regionali Liguria 2020, Toti oltre il 50%. Sansa: «Avventura finita»

  • Elezioni regionali, la mappa del voto a Genova

  • Coronavirus, individuato secondo cluster a Genova

  • Pré, donna accasciata a terra nel sangue: altro weekend di violenza in centro storico

  • Elezioni, prende forma il nuovo consiglio regionale: i nomi

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
GenovaToday è in caricamento