menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Rosanna Prete

Rosanna Prete

Tragedia a Cornigliano, poliziotto uccide moglie e figlie e si toglie la vita

L'uomo, 49 anni, lavorava nel reparto Informatico della Mobile. A confessare il gesto è stato lui stesso con una chiamata al 113, fatta prima di rivolgere l'arma contro di sé

Tragedia alle prime luci dell’alba in un appartamento di piazza Conti, a Cornigliano. Un poliziotto di 49 anni, Mauro Agrosì, ha ucciso la moglie, Rosanna Prete, e le due figlie di 10 e 14 anni e poi ha rivolto l'arma contro di sé e si è tolto la vita.

A confessare il gesto è stato lui stesso, che intorno alle 6.45 ha chiamato il 113: «Le ho uccise. Venite, vi lascio la porta aperta», avrebbe detto ai colleghi, annunciando anche l'intenzione di farla finita. Immediato l'intervento delle Volanti, che una volta arrivati nell'appartamento hanno trovato i quattro corpi senza vita e un biglietto di scuse.

Stando alle prime ricostruzioni il 49enne, che lavorava nel reparto Informatico della Squadra Mobile di Bolzaneto, avrebbe usato la pistola d'ordinanza.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Coronavirus

Covid, da lunedì tutta la Liguria in zona arancione

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

GenovaToday è in caricamento