Invitò dipendente a casa per darle lo stipendio e la violentò, pizzaiolo arrestato

Un 53enne iracheno, titolare di una pizzeria a Cornigliano, è stato arrestato dalla polizia e condotto nel carcere di Pontedecimo per scontare una pena di 3 anni e 4 mesi per violenza sessuale

Il carcere di Pontedecimo

Ieri intorno alle 15, gli agenti del commissariato Cornigliano hanno eseguito un provvedimento di ordine di carcerazione emesso dal tribunale di Genova a carico di un iracheno di 53 anni, che è stato condannato in via definitiva a una pena di 3 anni e 4 mesi per violenza sessuale.

L'uomo, titolare di una pizzeria a Cornigliano, nel 2005 aveva convocato presso la propria abitazione una giovane che lavorava alle sue dipendenze, con il pretesto del pagamento dello stipendio e, una volta entrata nell'appartamento, aveva abusato sessualmente di lei.

I poliziotti, dopo aver rintracciato l'iracheno all'interno della pizzeria, gli hanno notificato il provvedimento per poi accompagnarlo presso il carcere di Pontedecimo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragico schianto in via Siffredi, muore 27enne

  • Tragico malore sul bus, muore 38enne

  • Scalinata Borghese restituita alla città: ecco com'è diventata

  • Schianto in via Siffredi, il giallo sulla morte di Burim

  • Addio a Giovanni Filocamo, è morto il "matematico curioso"

  • Le "meraviglie" di Alberto Angela, cosa si è visto

Torna su
GenovaToday è in caricamento