menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Cornigliano: furia cieca contro i due figli, la ferma il cognato

Una madre di 43 anni ha aggredito brutalmente i due figli ieri mattina all'alba in piazza Metastasio a Cornigliano. La donna si è fermata solo quando è intervenuto il cognato

Una madre di 43 anni ha aggredito brutalmente i due figli ieri mattina all'alba in piazza Metastasio a Cornigliano. La donna si è fermata solo quando è intervenuto il cognato, allarmato dalle urla provenienti dall'appartamento.

Secondo quanto ricostruito finora, venerdì sera madre e figlia sono andate a ballare insieme in un locale del ponente genovese quando la 43enne ha visto la ragazza a braccetto a un uomo. La scena ha mandato la madre su tutte le furie.

Dopo aver preso a schiaffi la figlia all'interno del locale, la donna sembrava essersi calmata. Ma, una volta a casa, complice il troppo alcol, la 43enne ha afferrato un coltello e ha tentato di colpire la ragazza.

In soccorso della giovane è intervenuto il fratello 14enne. I due sono riusciti a chidersi in bagno, ma la madre è riuscita a sfondare la porta. A quel punto ha spinto il ragazzo contro il box doccia, fratturandogli un braccio per poi accanirsi nuovamente sulla figlia.

Dopo averle sbattuto la testa alcune volte contro il muro, la donna si è fermata all'arrivo del cognato. La giovane è stata medicata all'ospedale Villa Scassi e dimessa con una prognosi di dieci giorni. Peggio è andata al fratello, a cui serviranno 30 giorni per guarire.

La donna è stata trasferita al Galliera e sottoposta a trattamento sanitario obbligatorio. Al momento è stata denunciata per lesioni aggravate e maltrattamenti in famiglia, ma rischia di finire in carcere. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Costume e società

    Il poeta Guido Gozzano e quelle mangiate alla "Marinetta" di Genova

  • Costume e società

    Cosa vuol dire "stanco"? Storia di un "falso amico" genovese

Torna su

Canali

GenovaToday è in caricamento