menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Cornigliano, firmato l'accordo per gli operai dell'Ilva

Lavori di pubblica utilità e cassa integrazione per i 650 operai dello stabilimento genovese

Sottoscritto in Regione, alla presenza dell’assessore regionale al Lavoro Gianni Berrino, l’accordo sui lavori di pubblica utilità e cassa integrazione per i 650 lavoratori dello stabilimento Ilva di Cornigliano. Oltre alla Regione Liguria, hanno firmato l'intesa il Comune di Genova, Società per Cornigliano, Confindustria, rappresentanti dell’azienda, dei sindacati e dei lavoratori.

«Con il documento - spiega l’assessore Berrino - abbiamo dato seguito all’accordo firmato la scorsa settimana al ministero del Lavoro: è garantita la cassa integrazione a 650 lavoratori fino al 30 settembre 2017 e il ricorso a lavori di pubblica utilità nei Comuni della provincia di Genova che presentino progetti finalizzati all’impiego dei lavoratori, consentendo un’integrazione di reddito pari all’80% dell’ultima retribuzione percepita, nel pieno rispetto dell’accordo di programma».

I lavoratori interessati dalla cassa integrazione, che potranno essere, su base volontaria, impiegati in Lpu, saranno inizialmente un massimo di 550, di cui 425 a zero ore e 125 che presteranno lavoro per una settimana al mese nello stabilimento di Genova Cornigliano.

I lavoratori che non sceglieranno i Lpu, attraverso l’iscrizione al portale regionale "Mi Attivo", potranno comunque accedere a percorsi di formazione professionale. Ogni tre mesi, sindacati e azienda si incontreranno per un monitoraggio del ricorso agli ammortizzatori sociali in base all’utilizzo degli impianti di Cornigliano.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Coronavirus

Covid, da lunedì tutta la Liguria in zona arancione

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

GenovaToday è in caricamento