Martedì, 3 Agosto 2021
Cronaca Cornigliano / Via Lodovico Antonio Muratori

Cornigliano, un filo per legare il campo nomadi alla scuola

L'iniziativa delle maestre e degli alunni della scuola primaria Ferrero, che chiedono al Comune di tutelare il benessere e l'istruzione dei piccoli studenti che risiedono nel campo, presto sgomberato

Foto Twitter - credit Marta Olla

Un lungo filo appeso e decorato dai bambini, per unire metaforicamente e materialmente e per far riflettere: è l’iniziativa  delle maestre dell’Istituto Comprensivo di Cornigliano e dei piccoli alunni cui insegnano, gran parte dei quali arrivano dal campo nomadi di via Muratori, lo stesso che a breve, stando a quanto ribadito dal Comune, verrà sgomberato.

Il filo corre dall’ingresso della scuola primaria Ferrero, in via Cervetto, sino a via Muratori, ed è arricchito da fogli decorati dai bimbi insieme con le insegnanti, le prime a schierarsi contro lo sgombero con una lettera inviata al Comune e al sindaco Marco Doria: pur dichiarandosi d’accordo con la necessità dello sgombero di un campo irregolare, le maestre hanno lanciato un appello affinché le istituzioni tutelino in primis il benessere e l’istruzione degli abitanti più piccoli del campo, che ormai da anni seguono le lezioni nell’istituto e si sono ormai integrati.

«L’istruzione e gratuita per tutti, ma lo è davvero?», si legge su uno dei cartelli appesi al filo, e ancora «tutti i bimbi devono andare a scuola», mentre al campo sono apparsi striscioni in cui i genitori sottolineano che «i nostri bambini vogliono andare a scuola». La decisione adesso spetta al Comune, che non ha ancora comunicato una data per lo sgombero. L’iter, infatti, è ostacolato dal fatto che il terreno su cui sorge il campo è privato, ma lo scorso febbraio erano già stati effettuati dei sopralluoghi a opera della polizia.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cornigliano, un filo per legare il campo nomadi alla scuola

GenovaToday è in caricamento