menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Crack e cocaina, maxi sequestro di droga a Cornigliano: due arresti

Mezzo chilo di cocaina purissima, 130 grammi di crack e altre 53 dosi pronte per lo spaccio. In manette un 42enne senegalese e un 27enne del Gambia

Importante operazione antidroga nel ponente cittadino, arrestati un 27enne del Gambia e un 42enne del Senegal, entrambi domiciliati a Genova e sprovvisti di permesso di soggiorno. Gli agenti della Questura genovese hanno sequestrato in un appartamento di Cornigliano, utilizzato come laboratorio per sintetizzare e confezionare lo stupefacente, mezzo chilo di cocaina purissima, 130 grammi di crack pronto per essere confezionato e il materiale utilizzato per sintetizzarlo, oltre ad altre 53 dosi di crack pronte per la vendita "al minuto" e un'ulteriore dose ceduta a un acquirente. 

Quest'ultimo, un 42enne italiano pregiudicato residente a Genova, è stato a sua volta sanzionato per detenzione di stupefacente ai fini personali. In particolare, gli agenti della Sezione contrasto al crimine diffuso della Squadra mobile, impegnati in servizi antiscippo nel ponente genovese, hanno notato il giovane di origine senegalese che, sceso alla fermata dell’autobus di via Merano, cedeva una dose di droga al quarantenne italiano, per poi risalire su altro mezzo pubblico in direzione Voltri. I poliziotti lo hanno seguito fin quando non è sceso alla fermata di Lungomare Pegli, dove lo hanno fermato e trovato in possesso di 53 dosi di crack pronte ad essere vendute. 

Nel frattempo è stato controllato anche il quarantenne italiano, a cui è stata sequestrata la dose acquistata poco prima. Gli investigatori hanno quindi effettuato una perquisizione nell’abitazione del cittadino senegalese, sita in via Vetrano, sorprendendo il 27enne gambiano che alla vista degli agenti ha cercato di liberarsi di un involucro contenete oltre 300 grammi di cocaina. 

All’esito della perquisizione sono stati sequestrati complessivamente mezzo chilo di cocaina, utilizzata come base per sintetizzare il crack, 130 grammi di crack già pronto per essere suddiviso in dosi, materiale da taglio e da confezionamento e oltre 5.000 euro in contanti probabile provento della vendita di droga. I due arrestati sono stati portati nel carcere di Marassi. Sono in corso indagini della Squadra mobile tese ad individuare i fornitori dello stupefacente.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Coronavirus

Covid, da lunedì tutta la Liguria in zona arancione

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

GenovaToday è in caricamento