rotate-mobile
Cronaca Cornigliano / Strada a Mare Guido Rossa

Ex Ilva, corteo a Cornigliano e incontro con il prefetto

Dopo l'assemblea davanti ai cancelli, alcuni lavoratori hanno sfilato per le strade mentre altri si sono diretti verso largo Eros Lanfranco

Altra giornata di protesta per i lavoratori dell'ex Ilva. Dopo lo sciopero di due ore di ieri, che è stato esteso alle 24 ore, questa mattina alle 7 nuova assemblea davanti ai cancelli dell'azienda a Cornigliano, sempre per protestare dopo l'incidente di sabato scorso, quando il cavo di una gru si è strappato.

Alle 9 una delegazione si è presentata dal prefetto Renato Franceschelli, che si è detto disponibile a ricevere i rappresentanti dei lavoratori. Apertura che non c'è stata ieri da parte del direttore dello stabilimento, da lì la decisione di proseguire lo sciopero. I lavoratori hanno dato anche vita a un corteo per le vie di Cornigliano, che ha causato qualche problema al traffico.

"Il prefetto si è impegnato in prima persona a convocare un tavolo in prefettura con la presenza dell'azienda e del sindacato, invitando anche la Asl per un inizio che per noi deve essere utile e concreto per gestire e monitorare la sicurezza all'interno dello stabilimento. Ci ha garantito anche che le risultanze degli accertamenti arriveranno al Mise, anche come azionista dell'azienda. Vediamo come risponderà l'azienda e aspettiamo nei prossimi giorni la convocazione del Prefetto", spiega il segretario generale Fim Cisl Liguria Christian Venzano.

"Ci aspettiamo che questa volta ci sia una presa di posizione forte da parte di tutti per risolvere queste criticità e dare la risposta che meritano tutti i lavoratori. Lo Stato è responsabile già adesso di quanto sta accadendo e di quello che noi stiamo denunciando", conclude Venzano.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ex Ilva, corteo a Cornigliano e incontro con il prefetto

GenovaToday è in caricamento