Cronaca Strada a Mare Guido Rossa

Cornigliano, al via i lavori per il collegamento con l'autostrada

Inaugurato oggi il cantiere che realizzerà il prolungamento della Strada a Mare con il casello di Genova Aeroporto

Sette mesi di passione, al termine dei quali la viabilità del ponente dovrebbe venire completamente rivoluzionata, ma soprattutto - nelle speranze dell’amministrazione comunale - decongestionata: hanno preso il via oggi, con la firma ufficiale delle aziende che si occuperanno della realizzazione dell’opera, i lavori per la costruzione del collegamento tra la Strada a Mare Guido Rossa e o svincolo di Genova Aeroporto.

Poco meno di 600 metri la lunghezza della corsia da realizzare in direzione ponente, un collegamento che si inserirà all’altezza della spalla compresa tra via Erzelli e via Pionieri Aviatori d’Italia, oggi crocevia delle rampe di ingresso e uscita del casello che si immettono in via Siffredi: le rampe verranno demolite e sarà realizzato un nuovo viadotto a due corsie per senso di marcia che sovrasterà la linea ferroviaria e si congiungerà alla Strada a mare all’altezza dello svincolo di piazza Savio. 

Cornigliano, 7 mesi "di passione" per il collegamento con l'autostrada: guarda il video

Cornigliano lavori collegamento

Al termine dei lavori, che dovrebbero durate circa 400 giorni - «Ma speriamo anche meno», ha auspicato Franco Floris, presidente e amministratore delegato di Sviluppo Genova, società che gestirà tutte le fasi della costruzione sino al collaudo insieme con Società per Cornigliano - i veicoli diretti e provenienti dal casello autostradale di Genova Aeroporto potranno immettersi nell’attuale viabilità di scorrimento, liberando di fatto via Siffredi e via Cornigliano e contribuendo a creare un unico asse di scorrimento con il nodo di San Benigno grazie all’allargamento a 6 corsie di Lungomare Canepa.

A completare la nuova infrastruttura del ponente genovese penseranno poi i collegamenti con la via Polcevera di via Perlasca e via Benedetti, i cui progetti esecutivi sono stati già presentati al Ministero delle Infrastrutture e alla direzione centrale di Anas: «Stiamo soltanto aspettando l’approvazione - ha spiegato il vice sindaco e attuale assessore all’Urbanistica, Stefano Bernini, presente in mattinata alla firma del progetto denominato “Lotto 10” - Finiti tutti i lavori dovremmo avere una sorta di tangenziale genovese che collega Genova Ovest, l’aeroporto e Bolzaneto, un’area ricca di attività produttive, come Ilva ed Erzelli, e di grandi strutture commerciali».

Decongestionare il traffico, soprattutto quello dei mezzi pesanti, resta comunque l’obiettivo principale: l’opera è stata assegnata in via definitiva a febbraio 2017 all’associazione temporanea di imprese formata dalla Delta Lavori di Alberto La Rocca e dalla Zara Metalmeccanica, che si occuperà della realizzazione delle parti in acciaio del viadotto: un’opera da poco meno di 12 milioni di euro (di cui circa 650 mila euro di oneri per la sicurezza)  interamente finanziata da Società per Cornigliano Spa con le risorse previste dall’Accordo di Programma per le attività di bonifica e infrastrutturazione delle aree ex Ilva in disponibilità pubblica.

«Si tratta di un’opera fondamentale per l ponente, che aspettavano da tempo - ha confermato Cristina Repetto, presidente di Società per Cornigliano - Proprio per questo chiediamo un po’ di pazienza ai cittadini: le opere non si costruiscono da un giorno all’altro, e serve la collaborazione di tutti».

Una ventina gli operai che lavoreranno nei cantieri già a partire da martedì 30 maggio e sino alla conclusione dei lavori, e la promesse dall’azienda è che i tempi «saranno rispettati, ce la metteremo tutta».

Gallery

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cornigliano, al via i lavori per il collegamento con l'autostrada

GenovaToday è in caricamento