Abbattimento dei cormorani, il Tar stoppa il piano della Regione

Il tribunale amministrativo della Liguria ha disposto una sospensiva per la delibera che prevede di abbattere 90 cormorani sul territorio «per proteggere la pesca e la biodiversità»

La Lega per l'abolizione della caccia ha annunciato che il Tar della Liguria ha sospeso con ordinanza cautelare gli abbattimenti di cormorani sino al 19 febbraio, concedendo 7 giorni di tempo alla Regione Liguria «per fornire ulteriori delucidazioni sull'attuazione del piano e dei precedenti metodi dissuasivi eventualmente adottati».

La delibera e il piano prevedono un iniziale abbattimento di 90 cormorani nei corsi d’acqua interni della Liguria, da attuare, oltre che da parte degli agenti del servizio di vigilanza regionale, anche da parte di guardie volontarie.

La Regione Liguria aveva motivato l’approvazione del piano di abbattimento, che riguarda il 10% della popolazione ligure di cormorani, con la salvaguardia del comparto della pesca e della biodiversità dei corsi d'acqua. La Lega per l’Abolizione della caccia, che insieme ad altre associazioni animaliste aveva da subito protestato contro il provvedimento, aveva presentato ricorso chiedendo l’annullamento del piano, ricorso contro cui si erano opposte la Federazione italiana pesca sportiva e attività subacquee e il comitato ligure dell’Arci Pesca Fisa (Federazione italiana sport ed ambiente).

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il Tar ha alla fine stabilito una sospensione della delibera - approvata il 29 ottobre scorso - chiedendo maggiori approfondimenti alla Regione. L'assessore regionale alla Pesca e all'Agricoltura, Stefano Mai, ha replicato ribandendo che «da tempo i cormorani stanno distruggendo la biodiversità dei nostri laghi e torrenti. Si cibano anche di specie protette e per cui è vietata la pesca. Abbiamo raccolto dati e fatto prove dissuasive di contenimento per 3 anni e ottenuto l'autorizzazione da parte di Ispra. Auspico davvero in una sentenza di buon senso».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Genoa, cinque nuovi acquisti per Maran

  • Ex Rinascente, da ottobre arriva Axpo: inaugurazione con un omaggio a Genova

  • Elezioni regionali Liguria 2020, Toti oltre il 50%. Sansa: «Avventura finita»

  • Violenza sessuale in ospedale, ausiliario approfitta di una paziente in anestesia

  • Coronavirus, caso positivo al Liceti di Rapallo, classe in quarantena

  • Pré, donna accasciata a terra nel sangue: altro weekend di violenza in centro storico

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
GenovaToday è in caricamento