Cronaca Sturla / Via Caprera

Sturla divisa fra convegno ultradestre e manifestazione antifascista

Ore di tensione nel quartiere per l'evento organizzato nella sede di Forza Nuova, in via Orlando: massiccio dispiegamento di forze di polizia e strade chiuse

Giornata di tensione a Sturla per il convegno dell'ultradestra nella sede di Forza Nuova in via Orlando, traversa di via Caprera: annunciato e confermato tra mille polemiche, l'evento ha trasformato parte del quartiere in una grande "zona rossa" in cui sin dalle prime ore della mattinata sono confluiti decine di poliziotti.

Alle 12 ha preso il via il presidio antifascista, con successivo corteo, a cui hanno partecipato un migliaio di persone. Arrivati in via Caprera, i manifestanti più radicali hanno provato ad aprirsi un varco approfittando del passaggio di un’ambulanza. I poliziotti sono usciti da dietro la grata posizionata insieme ai blindati all'altezza della farmacia e hanno respinto il tentativo con una carica di alleggerimento. C'è stato qualche attimo di tensione, motivato dalla concitazione del momento. Ma per fortuna nessuno si è fatto male in modo grave.

VIDEO | Momenti di tensione in via Caprera

Va dato merito agli organizzatori della manifestazione, Anpi e Fiom in testa, di avere tenuto a bada alcune 'teste calde', che volevano fare a modo loro e provare ad andare oltre agli agenti della Digos, posti a difesa del cordone di polizia. Persone non più giovanissime sono rimaste in mezzo, riportando qualche contusione. 

Alle 15.30, orario d'inizio del convegno nella sede di Forza Nuova, una parte del corteo si è staccata, forse nel tentativo di aggirare il cordone di polizia. I poliziotti però se ne sono immediatamente accorti e hanno perlustrato le vie di accesso secondarie alla zona del convegno, sino a quando, intorno alle 16, il corteo non si è sciolto e i manifestanti si sono dispersi.

Via Caprera è rimasta chiusa per tutto il giorno. Il traffico di mezzi privati e pubblici deviato, negozi e altre attività commerciali hanno preferito tenere abbassate le saracinesche e i residenti guardano con preoccupazione alle prossime ore, temendo scontri che con la memoria riportano al passato, anche al più recente: nel settembre del 2015, in occasione dell'inaugurazione  della sede di Forza Nuova, un corteo di antagonisti arrivò sino in piazza Sturla e dopo qualche momento di tensione con la polizia, schierata in assetto anti sommossa, fece marcia indietro e tutto si risolse senza scontri.

La scelta di tenere il convegno nella sede di Forza Nuova è stata obbligata dopo che varie strutture, alberghi e ristoranti, hanno deciso di non ospitare la manifestazione. Diverse figure di rilievo della città si sono espresse contro il convegno, ma gli organizzatori alla fine hanno perseverato decidendo di sfruttare la sede e tenere ugualmente il convegno.

Gallery

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sturla divisa fra convegno ultradestre e manifestazione antifascista

GenovaToday è in caricamento