rotate-mobile
Lunedì, 15 Aprile 2024
Cronaca Castelletto / Corso Firenze

Non ha il biglietto e prende per il collo il controllore

L'aggressione ai danni di un verificatore Amt è avvenuta su un bus della linea 36 in corso Firenze. La donna è poi stata multata e denunciata a piede libero dalla polizia. Roberto Piccardo segretario regionale Ugl-Fna: "Conferire un'autorità giudiziaria ai verificatori"

Le ha chiesto di mostrare il biglietto e lei lo ha preso per il collo.

Brutale aggressione ieri mattina, mercoledì 1° febbraio, ai danni di un controllore Amt in servizio su un bus della linea 36. A dare in escandescenze una donna di origini ecuadoriane che ha prima stretto le mani intorno al collo del verificatore e poi lo ha preso a calci per guadagnarsi la fuga in corso Firenze.

L'uomo ha chiamato la polizia e l'ha inseguita ma, nel frattempo, lei ha suonato ad un citofono e si è chiusa dietro il cancello di un palazzo. Durante l'attesa delle volanti la passeggera ha continuato ad inveire verbalmente contro il lavoratore finché i poliziotti non l'hanno identificato. Risultato: sanzione amministrativa e denuncia a piede libero. 

"Come Ugl-Fna ribadiamo l'importanza di fornire delle body cam su base volontaria ai dipendenti Amt", commenta il segretario regionale Roberto Piccardo segretario regionale e lancia una proposta: "Almeno un lavoratore per squadra tra i verificatori di viaggio dovrebbe avere un'autorità giudiziaria per poter trattenere una persona violenta senza rischiare il sequestro di persona".

Il sindacato Ugl-Fna ha recentemente organizzato un convegno sulla sicurezza: "La nostra sigla sindacale nella salvaguardia dei lavoratori è al primo posto, abbiamo fatto e continueremo a fare molte battaglie perché andare a lavorare tranquilli e senza il timore di essere aggrediti deve essere un diritto, bisogna spendere i soldi per la sicurezza del personale". 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Non ha il biglietto e prende per il collo il controllore

GenovaToday è in caricamento