rotate-mobile
Cronaca Sampierdarena

Pattuglione interforze, quasi duecento agenti in campo per controllare alcuni quartieri

In totale sono state 1.310 le persone identificate e controllate, 201 i veicoli controllati e 33 le violazioni al Codice della Strada elevate

Quasi duecento operatori delle forze dell'ordine in campo (191 per la precisione) per un'attività di controllo straordinario del territorio, che si è svolta nella giornata di martedì 28 maggio nei quartieri di Sampierdarena, Cornigliano, Rivarolo, Certosa, Bolzaneto e Pontedecimo, utilizzando il modello operativo definito di 'alto impatto', che si basa appunto su una massiccia presenza delle forze dell'ordine.

L'operazione ha visto l'impiego di polizia di Stato, Arma dei carabinieri, guardia di finanza e polizia locale con la partecipazione dell'Asl 3, al fine di garantire un approccio integrato alle diverse criticità rilevate. Il dispositivo è stato coordinato dal dirigente del commissariato Cornigliano, in attuazione delle direttive impartite dalla prefettura e secondo le modalità condivise in sede di tavolo tecnico del questore.

Durante l'attività si è proceduto al controllo di persone e veicoli, esercizi commerciali e ricettivi, a partire dalle zone interessate da fenomeni di spaccio e consumo di sostanze stupefacenti, abuso di alcol e microcriminalità giovanile. Il monitoraggio, per il quale sono state utilizzate le unità cinofile antidroga, è stato esteso anche alla stazione di Sampierdarena.

Nel corso del servizio è stato notificato, da parte dei militari della compagnia carabinieri di Sampierdarena, il decreto emesso dal questore di Genova di sospensione della licenza di esercizio di vicinato a un negozio di frutta e verdura di via Rivarolo. Il provvedimento si è reso necessario dopo che gli stessi militari hanno accertato che all'interno dell'esercizio era stata avviata un'attività di spaccio di droga, gestita dallo stesso titolare. Nelle scorse settimane l'uomo era già stato arrestato in flagranza per detenzione di cocaina.

Tre bar chiusi per gravi carenze igieniche, un fruttivendolo per droga

Nel pomeriggio sono stati controllati 39 esercizi commerciali, di cui 5 legati alla somministrazione di alimenti, ubicati rispettivamente in via Certosa, via Bolzaneto, via Cornigliano, piazza Monteverdi e via Carzino, sono stati chiusi per gravi carenze riscontrate sotto il profilo igienico-sanitarie dalla Asl 3, per i quali sono state anche elevate importanti sanzioni amministrative. Oltre 45mila euro le sanzioni complessivamente elevate per violazioni riscontrate nei vari esercizi commerciali.

Durante i controlli è stata anche rilevata la presenza di due lavoratori non regolarizzati, per i quali la guardia di finanza ha denunciato i relativi datori di lavoro, uno per aver occupato alle proprie dipendenze un lavoratore privo del permesso di soggiorno e l'altro per aver impiegato irregolarmente un lavoratore.

In totale sono state 1.310 le persone identificate e controllate, 201 i veicoli controllati e 33 le violazioni al Codice della Strada elevate; 39 gli esercizi pubblici controllati, di cui 5 chiusi e 47 le sanzioni amministrative e fiscali elevate per un totale di oltre 45mila euro.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pattuglione interforze, quasi duecento agenti in campo per controllare alcuni quartieri

GenovaToday è in caricamento