menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Fisco: controlli a Santa e Portofino; De Marchi: «Non siamo in uno Stato di polizia»

Dure critiche da parte del sindaco di Santa Margherita Ligure, Roberto de Marchi, dopo il blitz dell'Agenzia delle Entrate e dalla Guardia di finanza

Dure critiche da parte del sindaco di Santa Margherita Ligure, Roberto de Marchi, dopo il blitz dell'Agenzia delle Entrate e dalla Guardia di finanza. «La lotta all'evasione fiscale è una grande battaglia che va condotta fino in fondo ma eh, belin... c'è modo e modo. Non siamo in uno Stato di polizia».

«Sono piombati qui di sabato sera - ha detto il sindaco - con i locali stracolmi di gente. Ci sono stati turisti che mi hanno chiamato per chiedermi se eravamo in uno Stato di polizia. I gestori e i proprietari che hanno dovuto star dietro a Finanza e Entrate non hanno potuto seguire la clientela. E poi, che brutta pubblicità...  Santa Margherita ricorda ancora la tassa di stazionamento, quando il governo Monti favori' l'esodo dei grandi yacht verso la Costa Azzurra. Insomma sarebbe necessario che anche in grandi battaglie come quella all'evasione fiscale si usasse un pochino di buonsenso e di misura».

Diverso il parere di Giorgio D'Alia, sindaco di Portofino. «Sinceramente non ho alcun commento da fare, sono controlli di routine come ce ne sono già stati. Va bene così. Qui non sono stati controlli 'invasivi' - ha detto D'Alia -, non ho avuto alcun tipo di lamentela».

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

GenovaToday è in caricamento