menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Maxi controlli nel centro storico: 4 arresti e locali chiusi o sanzionati

L'operazione si è conclusa con l’identificazione di 123 persone, di cui 67 stranieri, e con il sequestro di 10 grammi circa di cocaina e della somma di 500 euro

Controlli straordinari ad alto impatto dei carabinieri nella zona della Maddalena, dal pomeriggio di ieri, venerdì 18 gennaio, alle 4 di questa mattina. 

Il video dei controlli

L'obiettivo era la prevenzione e repressione dei reati in genere, con una particolare attenzione all’uso e lo spaccio di sostanze stupefacenti. Sono stati anche controllati esercizi pubblici e luoghi di aggregazione, fenomeni che potenzialmente possono evidenziare connessioni con ambiti delittuosi di rilievo e pericolosità.

L’attività ha visto l’impiego di 40 carabinieri e 10 automezzi, con seguenti risultati:

Quattro arresti

Quattro persone sono state tratte in arresto.

Un genovese di 41 anni, abitante in via Lugo, è stato sorpreso mentre cedeva 2 grammi di eroina a un 30 enne. I militari, perquisita l’abitazione, hanno ritrovato altri 5 grammi della stessa sostanza e 400 euro circa, il tutto sequestrato.

Un 20enne senegalese, senza fissa dimora, è stato colto sul fatto in vico Largo, mentre - in cambio di 30 euro - ha ceduto della cocaina a un 25enne di Molassana.

Un senegalese di 21 anni, irregolare e senza fissa dimora, è stato sorpreso in via Prè, mentre consegnava una dose di cocaina in cambio di 20 euro circa ad un 25 enne di Torino.

Un 33enne ecuadoriano, irregolare, sorpreso in possesso di 300 euro circa di materiale informatico, risultato rubato poco prima. Merce recuperata e restituita.

Tutti gli arrestati sono risultati gravati di pregiudizi di polizia, mentre gli acquirenti saranno segnalati quali assuntori.

Quattro denunciati

Quattro persone sono state deferite in stato di libertà.

Due cittadini stranieri, di 23 e 25 anni, irregolari e pregiudicati, denunciati per violazione delle leggi sull’immigrazione clandestina.

Un genovese di 54 anni, già noto alle forze dell'ordine, denunciato per aver violato  il daspo urbano.

Un ecuadoriano di 31 anni, pregiudicato, agli arresti domiciliari per furto aggravato, è stato sorpreso fuori dall’abitazione e denunciato per evasione.

I controlli nei locali

Nello stesso contesto, il personale del N.I.L. e del N.AS., hanno rispettivamente sottoposto a controllo i seguenti locali.

Un 35enne cinese proprietario di un'attività di estetista in via San Luca è stato denunciato per violazioni in materia di tutela luoghi di lavoro. L'esercizio è stato chiuso per gravi violazioni amministrative e per 4 dipendenti non risultati in regola. Inoltre è stata emessa una sanzione complessiva pari a 5.660 euro.

Rimarrà chiuso per 30 giorni un bar in via di Sottoripa, di proprietà di un cittadino pakistano di 22 anni, già noto alle forze dell'ordine per reiterate violazioni. Il 22enne somministrava bevande alcoliche senza autorizzazione, quindi, insieme alla Polizia Locale, è stato notificato il provvedimento di sospensione dell'attività con avvio del relativo iter per la decadenza del titolo commerciale. Il provvedimento è stato emesso dal Sindaco di Genova su segnalazione dei Carabinieri della Maddalena.

Sanzione di 2mila euro per un fast food di piazza Ferretto, di proprietà di un giovane di 30 anni, con relativa segnalazione all'ASL per violazioni igienico sanitarie.

Sempre per lo stesso motivo, è stata emessa un'altra sanzione di 2mila euro in uno store di piazza Ferretto di proprietà di un 36enne del Bangladesh.

123 persone controllate

L'operazione si è conclusa con l’identificazione di 123 persone, di cui 67 stranieri, e con il sequestro di 10 grammi circa di cocaina e della somma di 500 euro. 

Il servizio è stato disposto dal Comandante Provinciale Carabinieri di Genova in sinergia tra i vari reparti dipendenti, Stazione Carabinieri di Maddalena, San Teodoro e Carignano, aliquota Operativa della Compagnia Carabinieri di Ge-Centro, C.I.O del 6° BTG. Firenze “ Operazione Strade Sicure” equipaggi del Nucleo Radiomobile e Aliquota antiterrorismo,  unitamente al personale  del NAS e NIL.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Coronavirus

Coronavirus, Bassetti: «È iniziata terza ondata, temo farà male»

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

GenovaToday è in caricamento