Cronaca Begato / Via Pierino Negrotto Cambiaso

Migranti, cittadini in piazza per bloccare i container. La conferma: nuovo Cpr non si farà a Genova

È successo in Valpolcevera mercoledì in tarda serata: questa sera nuovo presidio di protesta

Mentre arriva la notizia dal ministro dell'Interno, Matteo Piantedosi, che il Cpr in Liguria sarà allestito a Ventimiglia e non nella zona centrale genovese, come sembrava in un primo tempo, diversi cittadini sono scesi in piazza in via Negrotto Cambiaso per protestare contro l'arrivo dei migranti minori non accompagnati che dovrebbero essere alloggiati nei container in arrivo, posizionati nei pressi di un edificio ritenuto pericolante. È successo nella tarda serata di mercoledì 20 settembre. Sul posto, carabinieri e polizia in assetto antisommossa.

Il mezzo che portava i container è stato bloccato dai residenti: vedendosi impossibilitato a proseguire, è tornato indietro tra gli applausi dei manifestanti che si sono dati appuntamento per un nuovo presidio questa sera, giovedì 21 settembre. 

La protesta dei cittadini è un misto tra la contrarietà alle condizioni che sono state pensate per l'accoglienza dei minori e la preoccupazione per la vivibilità di un quartiere non certo tra i più semplici della città.

Nel frattempo, a Voltri sono 17 i migranti trasferiti dalla tendopoli gestita dalla Croce Bianca Genovese per essere ricollocati in altre strutture sul territorio cittadino. Intanto, per oggi è previsto l'arrivo di altri 12 ospiti provenienti da Trapani.

Tornando alla questione dei container, il presidente del Municipio Valpolcevera, Federico Romeo, ha annunciato un'assemblea pubblica il 22 settembre, alle ore 17, parlando di mancata condivisione con il territorio. 

"In via Cambiaso - ha comunicato Romeo - si sta consumando una vergogna senza alcun rispetto della dignità delle persone. Container dentro a un piazzale, senza alcun servizio e vicino a un fabbricato inagibile e in stato di pericolo strutturale. Così la Cooperativa Misecoop vuole ospitare minori stranieri non accompagnati. Un sito inadeguato sotto tutti i punti di vista. Questa la chiamano accoglienza? Il nostro Municipio non si è mai sottratto a dare una mano e siamo a disposizione per ogni soluzione alternativa ma sempre nel rispetto della dignità delle persone. Attendo risposta dagli assessori comunali Gambino e Rosso". Romeo ha spiegato di aver scritto una lettera agli esponenti della giunta lo scorso 67 settembre, senza però ricevere risposta. 

Bucci ha risposto: "Quelli che sono stati posizionati a Rivarolo non sono container, sono appartamentini. Se ci stanno gli operai che lavorano nei cantieri, e magari ci vivono per anni, ci possono stare anche i minori stranieri non accompagnati. Non so quanti saranno i ragazzi ospitati a Rivarolo ma comunque dormiranno lì e, poi, durante il giorno faranno attività altrove, andranno a scuola o faranno dei lavori". Sulla questione di Voltri, invece: "Non dico niente perché non è il mio lavoro". 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Migranti, cittadini in piazza per bloccare i container. La conferma: nuovo Cpr non si farà a Genova
GenovaToday è in caricamento