rotate-mobile
Mercoledì, 30 Novembre 2022
Cronaca

Bassetti minacciato e inseguito: no vax condannati

"I leoni da tastiera sono diventati agnellini che si prodigano in lettere di scuse poco credibili. I risarcimenti saranno devoluti in beneficienza" ha annunciato l'infettivologo

"Ammazzati o ti uccidiamo", "Dottore assassino da processo di Norimberga da giustiziare", "So dove abiti ti vengo a prendere", "Ti bruciamo", "Peccato che non ti hanno ancora ucciso": questi e altri messaggi con insulti e minacce sono arrivati negli anni - via social o dal vivo - a Matteo Bassetti, direttore Clinica Malattie Infettive del San Martino, lui ha sporto denuncia e adesso le prime condanne iniziano ad arrivare.

Nel dettaglio, un uomo di 46anni che, nell'estate 2021, aveva inseguito e minacciato il medico, denunciato dalla polizia, aveva incontrato il Bassetti per strada e lo aveva iniziato a inseguire riprendendolo col telefonino e urlandogli: "Ci ucciderete tutti con questi vaccini e ve la faremo pagare". È stato condannato con decreto penale a una multa di 750 euro come riporta l'agenzia Ansa. Altri due no vax sono stati condannati a 3mila e 1200 euro per minacce rivolte all'infettivologo sui social o per telefono (il numero era stato divulgato in una chat di Telegram). A luglio era stato rinviato a giudizio anche un ultrà dello Spezia che, da settembre a dicembre del 2021, aveva mandato messaggi a Bassetti con frasi del calibro di "Siamo pronti a tutto, occhio" e "Ti aspetto".

Minacce a Matteo Bassetti: dopo le denunce arrivano le condanne

"Come promesso non ho mai mollato e i frutti, piano piano, arrivano". Così Matteo Bassetti, commenta le condanne arrivate ad alcuni no vax che nel corso di questi anni lo avevano minacciato, a volte anche inseguendolo sotto casa. "Con il mio avvocato Rachele De Stefanis abbiamo denunciato ogni singola minaccia e frase diffamatoria che, in questi due anni e mezzo, sono state pubblicate sulle mie pagine social, inviate via mail o, addirittura, urlate personalmente sotto casa o in altri luoghi pubblici e no. Per alcuni sono stati formulati i capi di imputazione e notificati i rinvii a giudizio, altri sono stati già condannati con decreti penali ormai definitivi. I leoni da tastiera sono diventati agnellini che si prodigano in lettere di scuse poco credibili pur di non assumersi le proprie responsabilità. I risarcimenti saranno devoluti in beneficienza ma non arretro di un millimetro sulle mie posizioni" ha scritto il medico sui social, pubblicando gli estratti di denunce e sentenze.

Bassetti annuncia ancora: "È giunta anche l’archiviazione definitiva di un procedimento che mi vedeva indagato per procurato allarme in merito alle notizie sulla pandemia da covid-19. Secondo il querelante, avrei divulgato 'antiscienza'". Ha scritto il Gip nel suo decreto: “ad esempio la necessità di sottoporsi a vaccino, contro cui l’opponente si scaglia, non è certo l’opinione del solo professor Bassetti che la sostiene nel panorama scientifico non solo italiano ma mondiale”.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bassetti minacciato e inseguito: no vax condannati

GenovaToday è in caricamento