rotate-mobile
Cronaca

Concorsi per assunzioni nella sanità pubblica, scontro Cisl-Alisa: "Sistema finalizzato a salvare i privati"

Botta e risposta tra il sindacato e il sistema sanitario regionale. Cisl: "Bloccano le assunzioni per favorire i privati". Alisa: "Non è vero, assumeremo altro personale"

È scontro tra Cisl e Alisa in merito ai concorsi per assumere 700 infermieri e 274 oss, in totale quasi mille lavoratori. 

"L’incremento di personale infermieristico e oss che arriverà dal completamento delle procedure concorsuali - spiegano il segretario generale della Cisl Funzione Pubblica Liguria Gabriel Bertocchi e Andrea Manfredi, componente della segreteria regionale della Cisl Fp Liguria - non sembra poter soddisfare a pieno l’effettivo fabbisogno che la sanità della nostra regione presenta, per garantire servizi di livello. Il personale sanitario, stremato da oltre due anni di covid, falcidiato da sospensioni e pensionamenti, e deluso dalle aspettative disattese, ha oggi più che mai bisogno di essere rinfoltito nel numero e negli entusiasmi. A fronte di questa indiscutibile evidenza, i vertici di Alisa e del Dipartimento Salute e Servizi Sociali, hanno inviato una comunicazione nella quale si esortano le direzioni delle aziende sanitarie della regione, a limitare l'assunzione di nuovi operatori al numero previsto dai bandi di concorso".

Cisl: "Assunzioni limitate per salvare i privati"

La giustificazione di questa direttiva - secondo il sindacato - sarebbe nella necessità di "garantire la tenuta del sistema nell'ambito del privato, che sembra essere messo a rischio dalla fuga dei dipendenti vincitori di concorso verso la sanità pubblica".

E qui Bertocchi e Manfredi si lasciano andare ad alcune considerazioni: "Sarebbe necessario prendere atto del fatto che il lavoro nelle realtà del sistema privatistico è, per la maggior parte dei casi, di qualità assolutamente non soddisfacente dal punto di vista del lavoratore, che si trova  mal retribuito a penare per rinnovi contrattuali che mancano ormai da tempo immemore. Trattati spesso come figli di un Dio minore, dipendenti sfruttati, si sentono abbandonati dalle istituzioni alla mercé di associazioni datoriali che focalizzano il loro interesse economico sul mero abbassamento del costo del lavoro. A nostro avviso quindi, la tenuta della sanità privata regionale, dovrebbe passare attraverso il rinnovo di contratti degni di questo nome, e non da improbabili strategie che finirebbero soltanto per mettere ulteriormente in crisi la sanità pubblica".

C'è poi l'indiscrezione che sta girando in questi giorni, che vorrebbe l'utilizzo di dipendenti vincitori di concorso pubblico impiegati in rsa private: "Non possiamo far altro che dichiarare l’assoluta contrarietà della Cisl Fp Liguria, per tutta una serie di motivi, alla testa dei quali mettiamo l'incompatibilità formale della convivenza lavorativa di dipendenti con contratto pubblico di imminente prossima firma, con quella di lavoratori che più volte sono scesi in piazza per un rinnovo che non si concretizza proprio a causa delle associazioni datoriali stesse".

Alisa: "Nessun blocco alle assunzioni"

In merito alle parole del segretario della Cisl Bertocchi, Alisa ha precisato che "non è stato deciso alcun blocco delle assunzioni relativo ai concorsi di infermieri e oss in Liguria. La nota inviata da Alisa e dal Dipartimento Salute di Regione Liguria alle aziende del Sistema Sanitario Regionale rappresenta semplicemente una chiara indicazione delle procedure da seguire, partendo naturalmente dall’assunzione, nei tempi più celeri possibile, dei vincitori dei concorsi (700 infermieri e 274 oss)". 

Al termine di questa fase, Alisa garantisce che saranno individuate le modalità per procedere all’assunzione di altro personale, scorrendo la graduatoria oltre i numeri stabiliti dal concorso, secondo un percorso che sarà definito in base alle esigenze delle aziende.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Concorsi per assunzioni nella sanità pubblica, scontro Cisl-Alisa: "Sistema finalizzato a salvare i privati"

GenovaToday è in caricamento