menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Costa Concordia, demolizione conclusa

In meno di tre anni il relitto della nave Costa Concordia è stato smantellato e riciclato. L'incidente all'isola del Giglio, avvenuto il 13 gennaio 2012, provocò 32 morti tra i passeggeri e l'equipaggio della nave

Giunge al termine la triste storia della Costa Concordia. Si è concluso il progetto di smantellamento e riciclo della nave, uno dei più importanti progetti di green ship recycling realizzati in Europa da San Giorgio del Porto in partnership con Saipem. Dall'arrivo del relitto a Genova, il 27 luglio 2014, sono passati meno di tre anni.

Alcuni numeri

Dall'inizio dei lavori sono stati impegnati fino a 350 addetti per circa un milione di ore di lavoro complessive. Le aziende e i fornitori coinvolti sono stati 78, di cui il 98% italiani; quasi il 90% dei materiali, pari a oltre 53mila tonnellate e quasi 4mila viaggi verso impianti di smaltimento e recupero in Italia, sono stati recuperati o riciclati. In totale il materiale smaltito, con oltre 850 viaggi, ammonta a ottomila tonnellate.

La storia della nave

La Concordia era stata costruita alla Fincantieri di Sestri Ponente e varata il 2 settembre 2005: fu battezzata il 7 luglio 2006 dalla modella Eva Herzigova nel porto di Civitavecchia. La crociera inaugurale iniziò il 9 luglio 2006. L'incidente all'isola del Giglio, avvenuto il 13 gennaio 2012, ha provocato 32 morti tra i passeggeri e l'equipaggio della nave; la morte di un sommozzatore mentre era intento a collaborare nei lavori di rimozione del relitto, avvenuta il 1 febbraio 2014, ha portato a 33 il numero delle vittime collegate al naufragio.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Caligo, parla l'esperto: «Ecco come mai stavolta il fenomeno è così intenso»

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

GenovaToday è in caricamento