rotate-mobile
Martedì, 7 Dicembre 2021
Cronaca

L'appello di Arci ai sindaci: "Accogliere i profughi afghani"

Gli enti locali possono fare domanda di prosecuzione per i servizi di accoglienza ma al momento non ci sono bandi attivi

Arci Liguria lancia l'appello ai comuni liguri per aprire le porte ai profughi afghani.

"È il momento di far sapere al Governo e al Ministero dell'Interno che i comuni ci sono", scrive sulla sua pagina Facebook Walter Massa, presidente di Arci Liguria. "Credo sarebbe necessario mettere in campo da subito una azione di allargamento dell'attuale sistema di accoglienza Sai (ex Sprar) che permetta una accoglienza di primo e secondo livello per tutte e tutti i cittadini afgani in fuga dal proprio paese con il riconoscimento della protezione internazionale appena sbarcati nel nostro Paese".

Il sistema di accoglienza per i rifugiati gestito dai comuni, ora denominato Sai (Sistema accoglienza e integrazione), passa attraverso la programmazione del Viminale e al momento non ci sono bandi attivi.

"Per allargare il sistema di accoglienza occorre la volontà dichiarata degli Enti Locali e conseguentemente la disponibilità del Governo a procedere in tale direzione - continua il presidente Massa - Questo è il segnale che mi aspetto dai tanti amministratori che ho conosciuto e conosco e anche dai tantissimi che non hanno alcuna intenzione di annegare nella bieca ipocrisia tanto cara al sistema".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L'appello di Arci ai sindaci: "Accogliere i profughi afghani"

GenovaToday è in caricamento