Rientro da incubo dopo il weekend, con strade e autostrade bloccate dal traffico

Domenica pomeriggio e sera da dimenticare per centinaia di automobilisti intrappolati nel traffico

Ancora disagi sulle strade (e autostrade) genovesi.

Le lunghe code per il rientro di domenica pomeriggio si sono trasformate in un vero e proprio "tappo" che a ponente - tra Cogoleto, Arenzano e Voltri - ha intasato anche le vie interne, paralizzando completamente la viabilità. 

I disagi sono iniziati già nel tardo pomeriggio di domenica sulla A10 verso Genova, con lunghe code tra Arenzano e il bivio per la A26 a causa dei cantieri sulle carreggiate.

Nel frattempo anche a levante iniziavano a segnalarsi code chilometriche tra Nervi e il bivio per la A7, e tra Rapallo e Recco, sempre a causa dei cantieri che in molti casi hanno ridotto le corsie, creando strettoie che hanno reso il traffico ben poco scorrevole.

Disagi anche per chi doveva dirigersi verso nord, perché Autostrade ha deciso di chiudere il tratto della A26 tra la A10 e Ovada, in direzione Alessandria, dalla mezzanotte alle 4 del mattino di lunedì. Gli automobilisti dovevano quindi percorrere in alternativa la strada provinciale del Turchino, rientrando poi sulla A26 a Ovada. Anche per questo motivo, a ponente, molti automobilisti diretti a nord non hanno preso l'autostrada e si sono avventurati sulla via Aurelia (ma anche sulle vie interne, sperando invano di schivare la coda) intasandola ulteriormente.

Nel pomeriggio è arrivata la comunicazione, da parte di Autostrade, che sulla A10 era stata annullata la chiusura del tratto compreso tra Genova Aeroporto e Pra', verso Savona, che era prevista dalle 21,30 di domenica alle 5,30 di lunedì. Almeno questo ha impedito che si creassero blocchi anche per chi, dal centro città, doveva dirigersi a ponente. Per il resto, però, sul canale Telegram di Autostrade per l'Italia-Liguria, creato apposta per avvisare gli automobilisti, nessun cenno alle code create fin  dal pomeriggio.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Per il resto invece la situazione si è trasformata in un incubo durato ore e ore, con code in autostrada e auto riversate sulla viabilità cittadina dal pomeriggio almeno fino all'una di notte. Con buona pace di chi, giusto nei giorni scorsi, chiedeva preoccupato una soluzione almeno per le ambulanze

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Genova usa la nostra Partner App gratuita !

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, possibile "mini lockdown" in tutta Genova: «I contagi crescono ovunque»

  • Bassetti: «In ospedale al primo sintomo influenzale per la paura che è stata trasmessa»

  • Auto pirata travolge gruppo di giovani a Quezzi, 4 feriti gravi tra cui una ragazza incinta

  • Covid, tutta Genova diventa zona "ad alta attenzione": firmata la nuova ordinanza

  • Incidente a Quezzi, arrestato il pirata della strada

  • Pronto soccorso in affanno, troppi accessi per sintomi lievi: «Sbagliato, ecco quando dovete venire»

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
GenovaToday è in caricamento