rotate-mobile
Cronaca

La mappa del crimine in Italia, come sta Genova

Il Sole 24 Ore ha stilato la classifica 2022 delle province basandosi sulle denunce: la nostra città è all'undicesimo posto generale per quello che riguarda il dato ogni centomila abitanti, spiccano i dati su furti, rapine, sfruttamento della prostituzione e violenze sessuali

Il Sole 24 Ore, come ogni anno a partire dal 2016, ha creato la mappa del crimine in Italia attraverso i dati relativi alle denunce  registrate in tutte le province d'Italia. Andiamo a scoprire come si piazza Genova nella classifica finale, ma anche in quelle più specifiche, che prendono in considerazione quasi 50 diverse tipologie di reato. La classifica 2022 si basa sui dati relativi al 2021.

Le città meno sicure d'Italia

Undicesimo posto (su 106 province) nella classifica generale che prende in considerazione il numero di denunce ogni 100mila abitanti; a Genova sono 4.183,4, poche in meno rispetto a Napoli (4.216,9) che occupa il decimo posto in una classifica che vede sul podio Milano (5.985,3), Rimini (5.502,3) e Torino (5.057,1). Seguono Bologna (4.977), Roma (4.856,1), Imperia (4.755), Firenze (4.727,8), Prato (4.410) e Livorno (4.271,6). Un dato in crescita per la nostra città rispetto al dato della classifica 2021 (basata sui numeri del 2020) dove Genova occupava il decimo posto, ma con un numero inferiore rispetto a quello attuale: 3797,70 denunce ogni 100mila abitanti.

Tanti furti di moto e pochi d'auto

Andando a scorrerre le singole classifiche dei reati spiccano alcuni dati interessanti e preoccupanti. Genova è al terzo posto in Italia per quello che riguarda le denunce per danneggiamenti (869,3 ogni centomila abitanti), stanno peggio solo Torino e Prato con 1090,5 e 1009,5. Tantissime le denunce per furti di motocicli, 104,6 ogni centomila abitanti, il secondo dato nel Paese dopo quello di Napoli dove sono 151,6; 'poche' invece le auto rubate perché le denunce sono 25,5 ogni centomila abitanti, in questo caso 74esimo posto tra le province italiane. 

Rapine e furti, dati preoccupanti

Altri numeri preoccupanti. Genova è al 25esimo posto per i furti in Italia (1371,4 denunce ogni 100mila abitanti), al dodicesimo per i furti con strappo (25,5 denunce per centomila abitanti), all'ottavo per i furti con destrezza (247,1 denunce per 100mila abitanti) e al nono per quelli nei negozi (146,6 denunce per 100mila abitanti). Settimo posto in Italia per le rapine (52,2 denunce per 100mila abitanti) e sesto per quelle nei negozi (9,3 per 100mila abitanti). Dati migliori, invece per quello che riguarda furti e rapine in casa o in banca. In strada, invece, spicca un altro dato: nel 2021 sono state denunciate 257 rapine, pari a 31,5 ogni centomila abitanti. 

Prostituzione e violenze sessuali

Dati tra i più alti in Italia anche per le denunce che riguardano lo sfruttamento della prostituzione (secondo posto dopo Venezia, 7,7 denunce ogni centomila abitanti, una posizione migliore rispetto alla classifica precedente in cui Genova era al primo posto) e contrabbando (secondo posto dopo Napoli, 3,1 per 100mila abitanti), posizioni di classifica non invidiabili, infine, per le violenze sessuali (22esimo posto con 11,6 denunce per centomila abitanti pari a un dato reale di 95) anche nei confronti dei minori (15esimo posto, 11 denunce pari a 1,3 per 100mila abitanti). 

Altri dati

A Genova si segnalano anche tante denunce per droga, per delitti informatici e contraffazione. Dati migliori invece per le classifiche che riguardano omicidi, infanticidi, estorsioni, usura, violazioni alla proprietà intellettuale, percosse, minacce e danneggiamenti in seguito a incendi.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La mappa del crimine in Italia, come sta Genova

GenovaToday è in caricamento