Lunedì, 20 Settembre 2021
Cronaca

Chiude la Città dei bambini, niente centri estivi

Il centro per bambini e ragazzi troverà una nuova casa ma il contratto con il Festival della Scienza che lo gestiva è stato rescisso

Anche gli insetti stecco hanno dovuto far le valigie, insieme con il sistema solare, gli album da disegno e i pennarelli. Rescisso il contratto con il Festival della scienza che gestiva lo spazio in testa ai Magazzini del Cotone, gli animatori hanno fatto gli scatoloni e consegnato le chiavi della Città dei bambini e dei ragazzi.

L’area di gioco educativo per i bambini e i ragazzi dai 2 ai 13 anni, dove era possibile scoprire scienza e tecnologia divertendosi, sarà trasferita ma sul dove e quando regna ancora l'incertezza. Si parla degli spazi commerciali nella galleria Antartide, sotto all'Acquario, ma l'ipotesi di trasloco è per il 2022.

Così, gli oltre 2mila metri quadrati, con 50 exhibit multimediali e interattivi, sono stati sgomberati e svanisce anche la speranza, condivisa da educatori e genitori, dei centri estivi.

«In questi mesi in molti avete chiesto quando riapre "La città dei bambini e dei ragazzi"? - scrive su Facebook Andrea Sessarego del Festival della scienza  - Questi sarebbero potuti essere i giorni tanto attesi della riapertura invece, come richiesto, sono i giorni in cui portiamo via le nostre cose. Le situazioni cambiano e si evolvono, specialmente in un periodo così complicato. La speranza è che Cdbr riapra in buone mani, che sappiano apprezzarne il valore, come merita! Per quanto mi riguarda, grazie a tutti e a tutte! È stato bello giocare con la scienza insieme a voi! Arrivederci Cdbr!».

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Chiude la Città dei bambini, niente centri estivi

GenovaToday è in caricamento