menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Buoni spesa in regalo, poi scatta l'obbligo di acquisto da 7000 euro

Un truffatore di 66 anni è stato denunciato dai Carabinieri: a finire nella trappola un residente a Cicagna

I Carabinieri hanno scoperto un nuovo tipo di truffa, legata alla promessa di buoni sconto, apparentemente gratuiti, da utilizzare nelle principali catene commerciali. In realtà il contratto che veniva firmato prevedeva anche spese obbligatorie da migliaia di euro per chi decideva di ricevere i buoni.

Tra i truffati un residente a Cicagna, che aveva accettato di sottoscrivere il contratto proposto da un 66enne, dipendente di una società con sede legale in provincia di Padova. Il truffatore aveva promesso che, stipulando un contratto con la sua società si sarebbero ricevuti buoni sconto gratuiti da spendere per l’acquisto di beni presso le principali catene commerciali. Aveva però omesso di informare i contraenti che il contratto prevedeva l’obbligo di fare acquisti di prodotti commercializzati dalla società stessa, per un importo di 7.000 euro.

In seguito alle indagini dei carabinieri l’uomo è stato denunciato per truffa aggravata nei confronti di un uomo residente a Cicagna e per la tentata truffa nei confronti di una donna che al termine della trattativa non aveva accettato di fornire la sua adesione.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Coronavirus

Coronavirus, Bassetti: «È iniziata terza ondata, temo farà male»

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

GenovaToday è in caricamento