menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Maxi operazione dei carabinieri nel Tigullio, un arresto per tratta di clandestini

È di due arresti e quattro denunce il bilancio di una vasta operazione, coordinata dal colonnello Riccardo Sciuto a bordo di un elicottero. A terra controlli anche nelle scuole con le unità cinofile

Questa mattina a Chiavari, Carasco e Zoagli, i carabinieri del comando Compagnia hanno effettuato un servizio straordinario di controllo del territorio, finalizzato alla prevenzione e repressione dei reati. Complessivamente sono stati impiegati 20 militari del Nucleo Operativo e Radiomobile e delle Stazioni dipendenti, insieme a unità cinofile e con il supporto del Nucleo elicotteri carabinieri, che ha sorvolato Chiavari per meglio coordinare l'attività delle numerose pattuglie presenti sul territorio dislocate con posti di blocco e controllo sia sulle principali arterie stradali che sulle vie secondarie.

A bordo dell'elicottero vi era il comandante provinciale di Genova, colonnello Riccardo Sciuto, che ha direttamente coordinato l'attività. Identificate nell'arco di poche ore circa 150 persone, di cui un'alta percentuale di stranieri, e oltre 100 automezzi. Sono stati controllati luoghi di aggregazione, parchi e giardini pubblici, in particolare quelli tra la cattedrale e la stazione ferroviaria, il lungomare e piazza Torriglia. Controlli sono stati eseguiti con i cani antidroga anche presso gli istituti scolastici, al fine di prevenire e contrastare l'uso di sostanze stupefacenti nelle scuole.

Nel corso del servizio, importante arresto effettuato dai militari, che hanno eseguito un ordine di carcerazione, emesso dalla Procura della Repubblica presso il tribunale di Trieste nei confronti di un pakistano 37enne per tratta di clandestini. L'uomo, nell'agosto del 2015 venne fermato in provincia di Udine mentre, in concorso con un connazionale, trasportava illegalmente in Italia dall'Ungheria, dietro compenso, 5 clandestini afghani, due dei quali nascosti nel bagagliaio di un van. Il 37enne è stato rintracciato a Chiavari presso dei parenti proprietari di un kebab.

Arrestato anche un 56enne con pregiudizi di polizia per detenzione illegale di una pistola lanciarazzi, senza matricola, rinvenuta nella sua disponibilità a seguito di perquisizione domiciliare.

Infine, nel corso dell'attività sono state denunciate all'autorità giudiziaria quattro persone: un minorenne mentre cedeva 2 grammi di marijuana a una ragazzina; un 43enne georgiano per violazione della legge sugli stranieri poiché privo di regolare permesso di soggiorno in Italia; un 37enne e un 33enne per possesso di armi bianche, poiché, durante una perquisizione personale effettuata per strada, sono stati trovati in possesso di coltelli a serramanico.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Invasione di pappagallini, il Comune lancia censimento

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Incendio a Ne, i vigili del fuoco salvano due persone

  • Cronaca

    Cimiteri, stanziati fondi per interventi urgenti

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

GenovaToday è in caricamento