menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Immagine di repertorio

Immagine di repertorio

Furti nei negozi di Chiavari, riconosciuto dalla maglietta

Un 26enne, attualmente recluso presso il carcere di Pontedecimo per altri reati, è stato denunciato dalla polizia in quanto ritenuto autore di alcuni furti, commessi la scorsa estate nei negozi di Chiavari

I poliziotti del commissariato di Chiavari hanno identificato l'uomo che l'estate scorsa si era reso responsabile di alcuni furti all'interno di attività commerciali site nel centro storico. I furti sono avvenuti sempre di venerdì, giorno di mercato, quando il ladro, un 26enne marocchino, approfittando della confusione, si introduceva negli spogliatoi degli esercizi commerciali rubando borse e portafogli dei dipendenti.

Gli investigatori, dopo l'attenta visione delle immagini di videosorveglianza, sono riusciti a risalire al 26enne, già conosciuto agli uffici di polizia del levante ligure poiché pluripregiudicato, grazie al particolare logo della sua maglietta: la maschera di Anonymous.

Al giovane sono stati contestati in particolare due furti aggravati commessi all'interno dell'enoteca Vinoria e del ristorante Bottega Nazionale, che si trovano nei caruggi di Chiavari.

Il giovane, attualmente recluso presso il carcere di Pontedecimo per altri reati, è stato denunciato per furto aggravato.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

A Genova c'è lo scalone a cui si ispirò Hitchcock per "Vertigo"

Coronavirus

Ristorante aperto: «Siamo una mensa», ma scattano le multe

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

GenovaToday è in caricamento