Cronaca

Spacciatori di cocaina smascherati dal cane 'Gratis'

I poliziotti l'hanno pedinato per diverse sere in centro storico a Genova. Ma lo spacciatore è stato smascherato a Chiavari, dove gli agenti l'hanno seguito e osservato mentre acquistava un etto di cocaina

Immagine di repertorio

Ieri mattina gli agenti della Squadra Investigativa del commissariato Pré hanno deciso di seguire un trentenne albanese, sospetto spacciatore, fino a Chiavari, dopo averlo pedinato per lunghe sere nel centro storico genovese senza alcun risultato.

Verso le ore 9.00 l'uomo, raggiunto a piedi un luogo sperduto in mezzo al verde, è stato caricato da un giovane a bordo di un'auto di grossa cilindrata. I due hanno percorso un breve tratto, sempre seguiti dai poliziotti, fino a fermarsi in una strada senza sbocco veicolare.

Lì, sotto gli occhi attenti degli agenti appostati, l'albanese ha consegnato all'autista del mezzo, un connazionale di vent'anni, una voluminosa mazzetta di banconote, che si rivelerà poi essere costituita da quattro mila euro.

La polizia ha bloccato prontamente i due giovani, che si sono dimostrati subito molto agitati e nervosi. L'auto è stata condotta al Reparto Mobile di Bolzaneto dove il cane 'Gratis' ha segnalato qualcosa nella parte sinistra del bagagliaio.

In quel preciso punto gli agenti hanno rimosso la moquette e, in un foro nel longherone della carrozzeria, hanno trovato un pacco di cellophane, contenente 107,50 grammi di cocaina.

I due uomini sono stati arrestati per detenzione e spaccio di sostanze stupefacenti e condotti presso il carcere di Marassi.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Spacciatori di cocaina smascherati dal cane 'Gratis'

GenovaToday è in caricamento