rotate-mobile
Giovedì, 1 Dicembre 2022
Cronaca Certosa / Via Germano Jori

Fratelli spacciatori rubano l'energia elettrica al vicino

Dopo aver fermato il più giovane dei due in via Gramsci, la polizia ha perquisito la loro abitazione in via Jori, trovando droga e un allaccio abusivo a un contatore privato

Nel pomeriggio di domenica 4 settembre la polizia di Stato ha arrestato due fratelli di 23 e 27 anni per il reato di spaccio. Il 27enne inoltre è stato anche arrestato per furto di energia elettrica.

Gli agenti di una volante, durante il regolare controllo del territorio, hanno notato, in via Gramsci, il 23enne agitarsi alla vista della polizia ed hanno deciso di identificarlo. Il giovane è stato così trovato in possesso di 40 stecche di cannabis, per un totale di circa 45 grammi, e della somma di 40 euro in banconote di piccolo taglio.

La successiva perquisizione domiciliare presso l'abitazione del fratello in via Jori, dove il 23enne è domiciliato, ha consentito agli operatori di rinvenire in camera sua ulteriori 40 stecche della medesima sostanza, per un peso complessivo di circa 50 grammi.

A quel punto gli agenti hanno esteso la perquisizione anche nella camera del fratello maggiore, padrone di casa, dove sono stati trovati 10 involucri contenenti circa 35 grammi sempre di cannabis, un bilancino di precisione e svariato materiale per il confezionamento delle dosi.

Durante l'attività un agente, molto attento, ha notato che nelle stanze la luce era accesa nonostante il contatore dell'energia elettrica fosse spento. A quel punto gli operatori hanno contattato il personale dell'Enel, scoprendo che l'energia non proveniva dal contatore di casa ma bensì tramite un allaccio abusivo con un cavo volante attaccato a un altro utente.

I due fratelli sono stati processati questa mattina per direttissima.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Fratelli spacciatori rubano l'energia elettrica al vicino

GenovaToday è in caricamento