menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Cede la strada a Certosa, a Casarza travolto un capannone: allarme frane

Nella notte decine di metri cubi di terra hanno investito una struttura delle Industrie Meccaniche Liguri, a Bargonasco; a Genova voragine in via del Castelluccio

Scatta l’allarme frane dopo il maltempo e le piogge incessanti dei giorni scorsi: sin dalle prime ore della mattinata i Vigili del fuoco sono impegnati in diversi interventi legati a cedimenti del terreno ormai zuppo, e in due casi i danni sono stati ingenti.

In particolare, a Bargonasco, frazione di Casarza ligure, nella notte si è verificata una grossa frana che ha investito un capannone delle Industrie Meccaniche Liguri: lo smottamento ha trascinato a valle decine di metri cubi di terra danneggiando la struttura (fortunatamente deserta perché ancora chiusa), che è stata dichiarata inagibile. Stando alle stime dei Vigili del fuoco, la colina presenta un fronte di 60/70 metri per una altezza di 25/30. Sul posto è intervenuto anche il sindaco. 

Un’altra frana si è poi verificata in via del Castelluccio, nel quartiere genovese di Certosa: il terreno ha ceduto portando con sé un pezzo di asfalto della strada, già stretta, che è stata chiusa al transito. Sulla via si affacciano diverse palazzine, che non hanno però riportato danni e non risulterebbero a rischio. Sul posto anche la Municipale e i tecnici del Comune. Nella giornata di giovedì un altro smottamento aveva provocato danni a un'officina in piazza Zagora, a Pegli, rendendola inagibile.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Coronavirus

Coronavirus, focolaio all'ospedale Galliera

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

GenovaToday è in caricamento