Genova nella top 10 delle città italiane che ricercano i sintomi delle malattie su Google

In molti italiani è forte (e sbagliata) la tentazione di cercare online i sintomi di un malessere - soprattutto in questi mesi di pandemia - per cercare indicazioni, prima di rivolgersi a un medico

Pur sapendo che occorre sentire prima di tutto il parere di un medico, in molti italiani è forte (e sbagliata) la tentazione di cercare su Google i sintomi di un malessere - soprattutto in questi mesi di pandemia - per cercare indicazioni. Più precisamente, l'87% degli italiani ammette di avere consultato il web prima di rivolgersi a un professionista.

Ma quali sono le cittá italiane che utilizzano il motore di ricerca piú di frequente, e quali sono le più pessimiste quando si tratta di giungere ad un'auto diagnosi? 

Kaizen, agenzia di Digital PR a Londra, ha collaborato con Lenstore per condurre un sondaggio al fine di scoprire in quale occasione e in che modo gli Italiani si rivolgono a Google per una diagnosi, e quali sono le cittá piú ipocondriache d’Italia. 

E nella top 10 ci finisce anche Genova, in sesta posizione. Le cittá Italiane con la percentuale maggiore di intervistati che ammettono di avere cercato su Google i sintomi di un malessere prima di contattare un medico infatti sono:

  • Torino - 95%
  • Bari - 94%
  • Reggio Calabria - 93%
  • Palermo 90%
  • Cagliari 90%
  • Genova 89%
  • Firenze - 86%
  • Milano - 86%
  • Napoli - 85%
  • Roma - 85%

Tra l'altro, Torino (35%), Genova (34%) e Palermo (31%) sono le cittá con la percentuale maggiore di intervistati che manifestano la tendenza di trarre la conclusione peggiore quando si ricorre a Google per una diagnosi.

A cercare i sintomi di un malessere sul motore di ricerca sono per lo più i giovani tra i 25 e i 34 anni (93%) seguiti dalla fascia di chi ha più di 55 anni (75%).

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ferrari distrutta per Marchetti mentre si allena a Pegli

  • Covid, firmato il nuovo dpcm: spostamenti, asporto e scuola, cosa prevede

  • La Liguria torna in zona gialla, ma si attende il nuovo (e più severo) dpcm: cosa si sa

  • Liguria in zona arancione con i nuovi parametri: cosa cambia

  • Il genovese "Fotografo dei Puffi" conquista i social: «Così faccio conoscere la Liguria con fantasia e ironia»

  • Liguria gialla o arancione da domenica, attesa per la nuova ordinanza

Torna su
GenovaToday è in caricamento