menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Centro storico, da lunedì al via il piano "anti-illegalità" con suddivisione in zone

Tre le aree in cui la città vecchia è stata suddivisa, monitorate a rotazione ogni 24 ore da polizia, carabinieri e polizia Locale

Partirà la prossima settimana il piano che il Comune ha concordato con prefettura e forze dell’ordine per il monitoraggio del centro storico. Mercoledì mattina, così come concordato nell’ultimo comitato di coordinamento, il questore di Genova Vincenzo Ciarambino ha convocato un tavolo tecnico in cui è stata ufficializzata la nuova suddivisione in zone del centro storico: alle due sino a oggi affidate ai carabinieri e alla polizia se ne aggiunge una, nuova e ricavata dalla riduzione delle altre due, assegnata alla polizia Locale. 

Tutte le forze dell’ordine pattuglieranno le aree a rotazione ogni 24 ore, turni stabiliti con una specifica ordinanza emessa dalla Prefettura: obiettivo, ridurre le aree da controllare e aumentare così il presidio, suddiviso tra via Pré-Commenda e via Fossatello-via Lomellini, via Lomellini sino a Banchi, Campetto e via Luccoli, e la restante parte dei vicoli.

Anche la guardia di Finanza avrà un ruolo nel piano, partecipando con le unità cinofile antidroga e effettuerà con attività di specifica competenza: «Abbiamo un piano implementato che vogliamo attuare il più in fretta possibile - aveva detto il sindaco Marco Bucci - il centro storico è la nostra eredità, succo e concentrato della storia di Genova, non possiamo permetterci che un posto così bello sia rovinato e reso inaccessibile o inaccettabile da persone che vivono nell’illegalità. Monitoreremo la situazione, e tra due settimane vedremo i risultati di queste due settimane di lavoro, continueremo a correggere sinché non avremo debellato il problema perché questa cosa non è più accettabile».

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

GenovaToday è in caricamento