menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Centro storico, al via la raccolta firme per il ricorso contro le ordinanze anti movida

Ascom e Confesercenti hanno dato appuntamento a tutti i titolari degli esercizi commerciali e dei locali notturni che dall'entrata in vigore dei nuovi provvedimenti hanno lamentato un generale calo degli affari

L’avevano promesso, e adesso i commercianti nel centro storico hanno deciso di passare all’azione organizzando una raccolta firme per presentare un ricorso al Tar contro l’ordinanza emessa da Tursi per regolarizzare la movida.

L’annuncio arriva da Fiepet Confesercenti e Fepag Ascom, le due associazioni di categoria che nelle scorse settimane hanno dichiarato guerra al Comune dopo la decisione di imporre per i locali del centro storico la chiusura anticipata alle due nei prefestivi e all’una nei giorni feriali, allo scopo di dare un giro di vite alla “movida selvaggia” e alla vendita di alcol nelle ore notturne anche ai più giovani, prendendo di mira in particolar modo i mini market. Ma da parte dei titolari degli storici locali notturni dei vicoli si è alzata una collettiva voce contraria contro quella che è stata definita “un’applicazione indiscriminata” del provvedimento che mette in difficoltà anche chi da anni lavora nel rispetto delle norme contribuendo a una movida sana e positiva.

Da qui la decisione di ricorrere al Tar, citando la violazione delle norme sulla libera concorrenza derivanti dall’imposizione di una chiusura anticipata uguale per tutti: le associazioni hanno invitato chi volesse firmare a presentarsi al Bar Berto di Piazza delle Erbe martedì 7 giugno dalle 18 alle 19,30, muniti di un valido documento di identità e dell’importo di 100 euro quale quota pro-capite di contributo spese. 

Chi non riuscisse a presentarsi potrà rivolgersi direttamente allo studio Bruzzone Genovesi & Associati, gli avvocati che patrocineranno la causa davanti al Tar: gli orari sono dall1 15.30 alle 18.30 il 6, 8 e 9 giugno.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Coronavirus

Coronavirus, focolaio all'ospedale Galliera

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

GenovaToday è in caricamento