menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Centro storico e criminalità, giro di vite contro spaccio e rapine

Pronto il piano espulsioni con un lungo elenco di nomi

Epulsioni forzate dall'Italia per decine di persone appartenenti alla criminalità organizzata, ormai attiva da troppo tempo soprattutto in Centro storico a Genova. Fuori dai vicoli, anzi, fuori dal territorio nazionale grazie a un'importante operazione di polizia pronta a scattare con modalità che ovviamente saranno rese note soltanto a blitz concluso.

E' quanto emerso ieri dal vertice del comitato per l’ordine pubblico e la sicurezza organizzato dal prefetto del capoluogo ligure Fiamma Spena. Più pattugliamenti, con una quarantina di uomini in più fra i caruggi, e maggiori controlli con l'obiettivo di contrastare i malviventi in un'area che a volte sembra la "terra di nessuno" e non soltanto di notte. La questura genovese, come detto, ha una lista di nomi e cognomi e dal Ministero dell'Interno si attendono gli ultimi dati sulla disponibilità dei Cie, i Centri di identificazione ed espulsione, in modo da far convogliare lì le persone prese dalle forze dell'ordine. 

Le zone più a rischio sono molto ampie ma in linea di massima i pattugliamenti, con squadre composte da tre soldati e due poliziotti o carabinieri, dovrebbero concentrarsi attorno a queste strade: piazza della Commenda, via Prè, via Sottoripa, via Canneto il Curto, via della Maddalena, vico Mele, via ai quattro Canti di San Francesco.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

A Genova c'è lo scalone a cui si ispirò Hitchcock per "Vertigo"

Coronavirus

Ristorante aperto: «Siamo una mensa», ma scattano le multe

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

GenovaToday è in caricamento