Centro storico, la giovane imprenditrice si arrende dopo il lockdown: «Devo chiudere il mio negozio»

Marika Cirillo, 38 anni, è la titolare di un negozio di cosmesi naturale in via Luccoli. L'emergenza sanitaria l'ha messa alle strette, e dopo tre mesi di chiusura è costretta a gettare la spugna

Marika dietro il bancone del suo negozio

«Ci abbiamo creduto tanto, però a volte i sogni devono interrompersi». Marika Cirillo ha voluto annunciarlo così, con la delicatezza, la dolcezza e la punta di timidezza che la contraddistingue: dopo 5 anni è costretta a chiudere Yuna, il suo negozio in via Luccoli, un rifugio di profumi e colori dedicato alla cosmesi naturale. 

Anche Marika è una vittima collaterale dell’emergenza sanitaria legata al coronavirus, una giovane imprenditrice che nel periodo di lockdown e blocco degli affari è andata avanti sinché ha potuto, ha trovato modi alternativi per promuovere e vendere i suoi con chat, social network e consegne a domicilio. Alla fine la crisi l’ha schiacciata, e ha dovuto arrendersi.

«In questo locale sono rimasta due anni, li faccio proprio oggi - sorride dietro la mascherina - ma in questo momento difficile, senza aiuti da parte di nessuno, sono arrivata a uno stallo. Ho provato a contrattare, a chiedere un aiuto anche dal punto di vista dell’affitto, ma le mie richieste non sono state accolte. Questa è un’attività piccola, il nostro ricarico è molti più basso rispetto alle grandi catene, e alla fine sono arrivata alla decisione di chiudere, perché andando avanti la situazione peggiorerebbe».

Nel parlare del suo sogno interrotto, condiviso con la sorella, Marika si commuove: «Anche se la situazione era così particolare non si è fermato niente: abbiamo dovuto pagare le tasse e i fornitori, sono ditte piccole e anche loro hanno avuto difficoltà. Alcuni sono stati comprensivi, altri sono stati costretti a chiedere il saldo, e per la correttezza che ho sempre avuto mi sono comportata di conseguenza».

Sino a due anni fa Marika occupava un altro locale, sempre in via Luccoli, ma nel 2018 ha deciso di cambiare, spostarsi di qualche decina di metri e rilanciare la sua attività: «Io abito a Quezzi, ma ho sempre amato il centro storico e qui volevo restare. Ci ho creduto tanto, ma alla fine ho dovuto cedere - sospira - Sono scoraggiata, demoralizzata, e per questo ho deciso di fermarmi».

All’interno del “negozietto”, così lo chiama Marika e lo chiamano le clienti che in molti casi la considerano anche un’amica, gli scaffali sono ancora pieni di prodotti, gli sconti ancora non applicati «perché devo ancora decidere come procedere. Posso andare avanti ancora qualche settimana, ma si tratta adesso di svuotare tutto». 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Anche questo progetto, decisamente più triste, Marika l’ha condiviso, sfruttando un post su Facebook in cui ha chiesto aiuto per vendere ciò che è rimasto sugli scaffali. Un appello che ha ricevuto decine di commenti dispiaciuti e solidali: «Questo mi fa piacere,  non me lo aspettavo - sorride emozionata - Vedremo che cosa succederà».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Schianto in Sopraelevata, choc per la morte di Ginevra: «Ciao angelo»

  • Schianto in sopraelevata, muore una ragazza di 28 anni

  • Un Premio Oscar a Genova: Helen Mirren pranza in una trattoria del centro

  • Meteo, preallerta per le prossime 48 ore

  • Quattro detenuti a Italia's Got Talent, la Uil: «Spreco di soldi pubblici»

  • Il weekend a Genova e dintorni: Festa dello Sport, Fiera a Chiavari, Festa del Cane, ravioli e focaccette e tanto altro

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
GenovaToday è in caricamento