menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Centro storico: il comitato per la sicurezza decide d'intensificare i controlli

Particolare impegno da parte delle Forze dell'Ordine sarà dedicato al contrasto dell'immigrazione clandestina, attraverso mirati controlli nelle zone ritenute maggiormente a rischio

Giovedì 5 settembre 2019 si è tenuta la riunione del Comitato Provinciale per l'Ordine e la Sicurezza Pubblica, presieduta dal vice prefetto reggente Valerio Massimo Romeo. L'incontro scaturisce da precedenti confronti tra la prefettura e il Comune di Genova, tesi ad attivare sinergiche forme di controllo sul rispetto della legalità.

In tale ambito, il centro storico di Genova sarà interessato da iniziative congiunte tra organi dello Stato e dell'ente locale per una verifica a tutto campo di quelle situazioni che rischiano di incidere sulla tranquillità dei cittadini, sul decoro urbano e, in generale, sul mancato rispetto delle norme di legge che governano il corretto esercizio delle attività commerciali.

Nel quadro generale degli interventi varati ieri dal Comitato, particolare impegno da parte delle Forze dell'Ordine sarà dedicato al contrasto dell'immigrazione clandestina, attraverso mirati controlli nelle zone ritenute maggiormente a rischio. Le forze in campo non tralasceranno, nell'ambito degli interventi programmati, la lotta all'abusivismo, alla contraffazione e ai possibili fenomeni di lavoro nero, piuttosto frequenti in alcune attività presenti nel centro storico del capoluogo.

Sul punto, massima disponibilità è stata offerta dal Capo Ispettorato Territoriale del Lavoro di Genova nonché dai dirigenti degli Uffici doganali Genova1 e Genova2, che contribuiranno alle attività di controllo nei rispettivi ambiti di competenza.

L'attenzione del Comitato è stata poi rivolta a quei comportamenti che contribuiscono a fenomeni di degrado e che, in gran parte, sono riconducibili, nel centro storico, a episodi di accattonaggio, praticato in modo particolare agli ingressi di supermercati o in altre zone a maggiore affluenza di persone.

Il Questore di Genova, Vincenzo Ciarambino, terrà nei prossimi giorni un apposito tavolo tecnico al quale parteciperanno tutte le componenti istituzionali chiamate a intervenire nella massiccia azione di controllo nel centro storico, nel corso del quale saranno definiti tempi e modalità operative.

Il vice prefetto reggente e il sindaco di Genova Marco Bucci hanno espresso vivo ringraziamento ai rappresentanti delle Forze dell'Ordine e della polizia locale e ai dirigenti degli uffici statali (Ispettorato Territoriale del Lavoro e Agenzia delle Dogane e Monopoli) per l'ampia collaborazione fornita, in un'ottica di piena condivisione, tra gli organi dello Stato e dell'ente locale, nel primario interesse della legalità e della sicurezza dei cittadini genovesi.

Alla riunione hanno partecipato il questore di Genova Vincenzo Ciarambino, il tenente colonnello Alberto Tersigni del Comando Provinciale dei Carabinieri, il colonnello Maurizio Cintura del Comando Provinciale della Guardia di Finanza, il capo ispettorato territoriale del lavoro di Genova Fabrizio Nativi, gli Assessori del Comune di Genova alla Sicurezza Stefano Garassino e al Turismo e al Commercio Paola Bordilli, il comandante Polizia locale di Genova Gianluca Giurato nonché, in rappresentanza della Direzione Interregionale Agenzia delle Dogane e Monopoli per la Liguria, il Piemonte e la Valle d'Aosta, Domenico Maio, Massimo Lissi, Rino Corbo e Francesco Pittaluga.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Arisa si sposa con Andrea Di Carlo: tutti i dettagli

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

GenovaToday è in caricamento