Si accascia a terra per un malore, 48enne lo insulta: «Bisogna ammazzare gli stranieri»

L’uomo, un cittadino italiano di origini pakistane, se l’è presa anche contro due agenti intervenute per soccorrere il ferito

Una scena surreale, quella cui hanno assistito forze dell’ordine e passanti in via Boetto, nel centro storico: un uomo accasciato a terra per un malore, praticamente privo di sensi, sopra di lui un altro uomo che non lo stava aiutando, quanto piuttosto insultando augurandogli la morte.

A sentirsi male un cittadino di nazionalità romena, ad aggredirlo un 48enne italiano di origini pakistane: l'intera scena è stata notata da un'agente di polizia Locale in borghese, che è subito intervenuta per aiutare l'uomo a terra. Alla vista della donna, il 48enne ha iniziato a inveire anche contro di lei, insultando in generale le forze dell'ordine e altri agenti della Polizia locale del reparto Sicurezza Urbana accorsi su richiesta della collega.

Il 48enne, nonostante la presenza di numerosi agenti, ha proseguito con le sue invettive, dirigendole poi verso un'altra poliziotta e augurandole la morte: «Bisogna ammazzare gli stranieri», ha quindi aggiunto rivolto all'uomo sempre a terra in attesa dei soccorsi.

L'uomo è stato portato nella sede della polizia Locale di piazza Ortiz, dove è stato identificato e a suo carico sono emersi parecchi precedenti penali tra cui alcuni per istigazione al suicidio, resistenza e violenza. È stato denunciato, oltre che per oltraggio e minacce a pubblico ufficiale, anche per "propaganda e istigazione a delinquere per motivi di discriminazione razziale etnica e religiosa".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia al San Martino, trovato morto paziente allontanatosi dal reparto

  • Ruba smartphone a mamma con neonato sul bus, poi la prende a pugni

  • Coronavirus, da domenica la Liguria torna in zona gialla

  • Liguria verso zona gialla, ma gli spostamenti fuori regione restano in forse

  • Perdono entrambi i genitori nel giro di un anno: mobilitazione per aiutare due fratelli di Quezzi

  • Antiche tradizioni: cos'è il "ragno genovese"?

Torna su
GenovaToday è in caricamento