menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Sarzano, residenti "incatenati" in piazza contro il degrado

La protesta degli abitanti del centro storico contro l'ennesimo sabato sera all'insegna degli schiamazzi, delle urla e dei danni al quartiere, con il portavoce che si è ammanettato a un albero

Momenti di tensione in mattinata in piazza Sarzano, nel cuore del centro storico, dopo l’ennesimo sabato sera all’insegna del degrado e della movida fuori controllo: i residenti della zona sono scesi in strada per protestare contro una notte animata da urla, schiamazzi e danni alle aiuole appena restaurate e ad alcune auto parcheggiate, chiedendo a gran voce più controlli e un intervento concreto da parte delle istituzioni.

«Se la situazione non cambia, sabato prossimo scenderemo noi di notte a fare in modo che ci sia più silenzio e non violenze. Chiediamo un presidio di polizia in zona», spiega Claudio Garau, portavoce del comitato Residenti di piazza Sarzano, che in segno di protesta si è incatenato a uno degli alberi delle aiuole.

Il passo successivo, spiega Garau, sarà sporgere una denuncia formale contro ignori tramite avvocato. Ma il clima, in una zona che ogni weekend diventa un tappeto di rifiuti e ricettacolo di degrado, è sempre più teso, e sono sempre di più i residenti che, esasperati e con un senso di abbandono, inneggiano a «difendersi da soli».

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

A Genova c'è lo scalone a cui si ispirò Hitchcock per "Vertigo"

Coronavirus

Ristorante aperto: «Siamo una mensa», ma scattano le multe

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

GenovaToday è in caricamento