menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Pugni e bottigliate, ancora un'aggressione ai danni di un'autista Amt

La donna è stata aggredita a pochi passi da piazza De Ferrari da un giovane ubriaco che le ha intimato di mettere in moto prima dell'orario di partenza: si tratta dell'ennesimo episodio nell'arco di poche settimane

Ennesimo episodio di violenza ai danni del personale Amt, ancora una volta ai danni di un’autista donna, presa a pugni da un passeggero a pochi passi da piazza De Ferrari mentre era alla guida del suo mezzo.

L’aggressione è avvenuta nel corso della notte: stando alla testimonianza della donna, un giovane visibilmente ubriaco è salito e le ha intimato di partire, ma quando si è sentito rispondere di aspettare l’orario di partenza ha reagito con violenza scagliando la bottiglia che teneva in mano contro la cabina di guida e colpendo poi l’autista con un pugno per poi darsi alla fuga.

A dare l’allarme sono stati i passeggeri, che hanno subito chiamato il 113, ma all’arrivo delle volanti dell’aggressore non c’era ormai più traccia. La donna è stata accompagnata in ospedale per un controllo e ha poi sporto denuncia.

Si tratta dell’ennesimo episodio nell’arco di poche settimane: l’ultima ha visto una donna in servizio su un autobus della linea 158, a Sestri Ponente, venire aggredita da un uomo che le ha fratturato un braccio e incrinato due costole per non essere riuscito a scendere nel punto desiderato. Pochi giorni fa un gruppo di autiste aveva organizzato un presidio di protesta davanti alla sede di Amt proprio per protestare contro questa preoccupante escalation di violenza, e la questione è approdata anche in consiglio Comunale, dove l’assessore ai Trasporti, Anna Maria Dagnino, ha assicurato l’imminente arrivo di nuovi mezzi dotati di cabina blindata e telecamere di sorveglianza.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

GenovaToday è in caricamento