Sabato, 12 Giugno 2021
Cronaca

Il Centro Anidra replica a Favis e Cesap: «I centri olistici non sono sette»

La risposta del centro di Borzonasca alle associazioni che avevano lanciato un appello alle istituzioni nei giorni scorsi: «Abbiamo dato mandato all’avvocato Andrea Vernazza del Foro di Genova affinché tuteli il decoro, la dignità e la professionalità di ciascuno di noi in ogni sede competente da ogni azione diffamatoria»

«Apprendiamo da alcuni organi di stampa che pseudo associazioni, dalla dubbia legalità e credibilità, in lotta per il ripristino del reato fascista di plagio, già abrogato perché incostituzionale, vogliono equiparare e far credere che i centri olistici siano delle sette. Purtroppo, la ricerca di pubblicità a buon mercato da parte di profittatori privi di ogni cognizione di causa può solo generare confusione oltre che alimentare sospetti sulla professionalità degli operatori del mondo olistico compresi i soci e i collaboratori del Centro Anidra che non risultano né indagati né accusati di alcunché».

Il Centro Anidra ha replicato con una nota ufficiale alle associazioni Favis e Cesap che nella giornata di venerdì 28 maggio 2021 avevano lanciato un appello alle istituzioni e agli Ordini Nazionali dei Medici e degli Psicologi in relazione al decesso di Roberta Repetto, 40enne di Chiavari deceduta all’ospedale San Martino per un tumore della pelle andato in metastasi sviluppato dopo la rimozione di un neo nei locali della struttura.

«Pertanto - prosegue la nota del Centro Anidra - , è stato conferito mandato all’avvocato Andrea Vernazza del Foro di Genova affinché tuteli il decoro, la dignità e la professionalità di ciascuno di noi in ogni sede competente da ogni azione diffamatoria e calunniosa proveniente da chiunque pensi di avere il diritto di infangare la nostra attività che ha alle spalle venticinque anni di storia fatta di premi, riconoscimenti e progettualità».

«Ringraziamo gli amici, gli ospiti e i frequentatori del Centro Anidra - aggiungono - per i tantissimi messaggi di affetto e di stima professionale che ci hanno fatto arrivare in queste settimane e che ci riempiono il cuore, ben consapevoli di cosa sia realmente il nostro lavoro».

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il Centro Anidra replica a Favis e Cesap: «I centri olistici non sono sette»

GenovaToday è in caricamento