menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Rifiuta di farlo entrare al laser-game, ubriaco accoltella il gestore alla gola

E' successo intorno alle 4 del mattino in piazza Dante, dove un 26enne si è scagliato contro il titolare di una sala giochi a pochi minuti dalla chiusura

Prima il rifiuto a farlo entrare nella sala giochi, poi l’aggressione: tutto è successo nella notte, nella centralissima piazza Dante, dove un uomo di 26 anni ha aggredito il titolare del laser-game Q-Zar accoltellandolo alla gola con un coccio di bottiglia.

I fatti risalgono alle 4 del mattino, quando il proprietario del locale stava preparandosi per tornare a casa: poche ore prima aveva rifiutato l’ingresso al 26enne, visibilmente ubriaco, che ha quindi approfittato della chiusura per avvicinarsi al titolare, chiedergli un sigaretta e poi colpirlo repentinamente al collo.

Bloccato dalle volanti della Questura, intervenute dopo l’allarme di alcuni passanti che avevano assistito all’episodio, l’aggressore è stato arrestato e portato in carcere con l’accusa di tentato omicidio, perché secondo il pm Biagio Mazzeo, che ha aperto il fascicolo, l’intento delle coltellate era proprio quello di uccidere.

Il titolare è stato invece accompagnato all’ospedale Galliera, dove è stato medicato e ricoverato in osservazione per precauzione. La prognosi è di una decina di giorni.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Costume e società

    Il poeta Guido Gozzano e quelle mangiate alla "Marinetta" di Genova

  • Costume e società

    Cosa vuol dire "stanco"? Storia di un "falso amico" genovese

Torna su

Canali

GenovaToday è in caricamento