Centrale del latte: nuovo sciopero con presidio davanti alla prefettura

Mercoledì 1 agosto 2012 i lavoratori della centrale del latte tornano in piazza contro la decisione di Parmalat di chiudere lo stabilimento di Fegino. Alle 11 presidio davanti alla prefettura con possibili ripercussioni sul traffico

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di GenovaToday

Genova - Cgil, Cisl e Uil di categoria hanno deciso di continuare nella protesta contro la chiusura della centrale del latte di Genova e contro il piano industriale presentato da Parmalat. L’assemblea ha espresso la propria contrarietà all’avvio delle procedure di mobilità che l’azienda sta portando avanti promuovendo, sulla scia dello sciopero unitario nazionale di 4 ore, lo sciopero di ogni turno di lavoro per la giornata di mercoledì 1 agosto 2012.

In programma un presidio davanti alla prefettura di Genova e alle ore 11 circa una delegazione di rappresentanti sindacali sarà ricevuta dal prefetto di Genova al quale sarà nuovamente rappresentata la situazione dei 63 dipendenti Parmalat, proprietaria dello storico marchio Latte Oro e soprattutto la contrarietà all’avvio delle procedure di mobilità messe in atto dall’azienda.

Al prefetto sarà anche chiesto di intervenire sul ministero dello Sviluppo Economico affinchè prenda in esame la situazione dei siti produttivi colpiti dalla presentazione di un piano industriale sbilanciato sulla compressione dei costi che lede fortemente gli interessi dei lavoratori Parmalat e delle loro famiglie.

Torna su
GenovaToday è in caricamento