Maltrattamenti nella casa di cura, altre due condanne

Oltre ai nove imputati, già condannati in primo grado, i giudici della Corte d'Appello hanno accolto la richiesta del procuratore e giudicato responsabili anche un medico e la figlia della responsabile della struttura

I giudici della Corte d'Appello di Genova hanno accolto quasi in toto le richieste del procuratore generale Luigi Cavedina Lenuzza riguardo agli imputati nel processo sui maltrattamenti nella residenza terapeutica 'I Cedri di Reppia' nel Comune di Ne (Chiavari). Anche le due persone assolte in primo grado sono state condannate.

Si tratta di un medico e della figlia della responsabile della casa di cura, condannati a un anno e 4 mesi il primo e un anno e sei mesi la seconda. Per entrambi la pena è sospesa ma il giudice ha disposto l'interdizione dalle professioni per un anno e il risarcimento alle parti civili.

Secondo l'accusa i due non sarebbero intervenuti per impedire i maltrattamenti. Il procuratore aveva chiesto tre anni e quattro mesi ciascuno. Confermata la condanna di primo grado per gli altri nove imputati, fra i quali la responsabile della struttura che era stata condannata a 1 anno e sei mesi, e per operatori e infermieri, accusati a vario titolo di maltrattamenti, condannati a pene da 1 anno e 6 mesi a tre anni.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

L'inchiesta era iniziata nel 2012 dopo la denuncia di una dipendente della struttura, che aveva raccontato ai carabinieri dei maltrattamenti all'interno della residenza terapeutica.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Bassetti: «Seconda ondata? Basta allarmismo»

  • Uccide il padre dopo anni di violenze, l'"abbraccio virtuale" degli amici su Facebook: «Siamo con te»

  • Migliore street food italiano: un locale genovese premiato da Gambero Rosso

  • Ruba una valigia in un'auto ma passa davanti al proprietario poco dopo

  • Maxi tamponamento in A12: feriti e autostrada chiusa per due ore

  • Notte di San Lorenzo 2020, dove guardare le stelle cadenti

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
GenovaToday è in caricamento